Skip to main content
Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Weekend in Abruzzo con i bambini: itinerario e tappe da Roma

Un lago color smeraldo (Lago Sinizzo), trekking a Rocca Calascio, una montagna di arrosticini a Campo Imperatore e una passeggiata nel borgo Santo Stefano di Sessanio.
Il nostro itinerario per un weekend in Abruzzo con i bambini.

Il turismo sta ripartendo e piano piano anche noi. A piccoli passi stiamo uscendo dal nostro guscio anti-covid e stiamo ricominciando ad esplorare il mondo.

Dopo qualche gita fuori porta (ricordate il picnic al Lago di Vico della settimana scorsa?) ci è venuto naturale organizzare il primo weekend fuori, in un alloggio diverso dalla nostra casa o dalla casa dei nonni.

Devo dire che non mi sono fatta troppi problemi nella scelta della struttura. Ho prenotato una casa vacanze trovata su Booking il giorno prima della nostra partenza. Una decisione cotta e mangiata!

Prima di partire e di decidere l’itinerario per il nostro weekend in Abruzzo con i bambini mi sono lasciata ispirare dal post scritto da Laura Manfredi sul suo blog Rockn’Mode.

Lago Sinizzo: la nostra prima tappa in Abruzzo con partenza da Roma

Il lago Sinizzo in Abruzzo, tappa del nostro weekend in abruzzo con i bambini
Il lago Sinizzo – Abruzzo

Il nostro obiettivo principale di questo weekend in Abruzzo con i bambini era Rocca Calascio, che si raggiunge da Roma in due ore circa di macchina.
Non avendo voglia di partire troppo presto la mattina ho pensato che fosse una buona idea creare un itinerario con una tappa intermedia in cui fermarci a mangiare il nostro pranzo al sacco.

Facendo una rapida ricerca online ho scoperto un piccolo lago ad un’ora e mezza da Roma con l’acqua color smeraldo ed una natura rigogliosa circostante. Sto parlando del Lago Sinizzo, una vera chicca!

Il lago è balneabile (peccato non aver portato il costume) e per i bambini è divertente fare i tuffi da una zattera messa a disposizione di tutti.
Dietro il lago c’è anche un’area giochi molto carina.

Io al lago Sinizzo, la nostra prima tappa dell'itinerario in Abruzzo
Il lago Sinizzo – Abruzzo

Per chi vuole qualcosa di più organizzato c’è l’area picnic attrezzata con tavoli (5 euro il tavolo piccolo e 10 euro il tavolo grande) e barbecue. Il signore che lavora lì mi ha detto che non c’è bisogno di prenotare.
Il parcheggio del Lago costa 5 euro per l’intera giornata.

Segnalo anche che a 15 minuti di macchina dal Lago Sinizzo c’è un’altra attrazione molto bella da visitare, le grotte di Stiffe.

Rocca Calascio: la nostra seconda tappa

Rocca Calascio in Abruzzo, tappa imperdibile per un weekend con i bambini
Rocca Calascio – Abruzzo

Era un bel po’ che parlavamo di andare a Rocca Calascio, sul massiccio del Gran Sasso. Emanuele in particolare sogna questa meta da quando, da ragazzino, ha visto per la prima volta uno dei suoi film preferiti, Ladyhawke. Si tratta di una fiaba fantasy del 1985 diretta da Richard Donner, con protagonisti Matthew Broderick, Rutger Hauer e Michelle Pfeiffer, girato in parte a Rocca Calascio, a Campo Imperatore ed in altre zone dell’Italia.

Come raggiungere Rocca Calascio, dove parcheggiare, quanto dura la camminata

Trekking a Rocca Calascio con i bambini in Abruzzo
Trekking a Rocca Calascio con i bambini

Dopo aver letto vari consigli e aver parlato con la ragazza della casa in cui abbiamo soggiornato abbiamo deciso di raggiungere la rocca nel pomeriggio, così da avere la possibilità di trovare posto per l’auto nel parcheggio più vicino al castello, a 30 minuti di camminata.

Siamo arrivati lì intorno alle 16.00 ma il parcheggio era ancora pieno, così abbiamo lasciato l’auto più sotto, dove c’è un altro cartello con la P.
Da lì abbiamo impiegato circa un’ora in salita per arrivare a Rocca Calascio, i bambini si sono un po’ lamentati durante il percorso ma direi che è filato tutto liscio!

Se volete assicurarvi un posto nel parcheggio più vicino dovrete muovervi la mattina presto.

Solitamente a Luglio e ad Agosto il comune mette a disposizione dei visitatori una navetta che da Calascio porta fino al punto più vicino alla Rocca.

Chiesa di Santa Maria della Pietà a Rocca Calascio in Abruzzo
Chiesa di Santa Maria della Pietà a Rocca Calascio

Prima di arrivare alla Rocca incontrerete la Chiesa di Santa Maria della Pietà, dove potrete fare una sosta panoramica o sedervi sul prato per uno spuntino.
Si tratta di una particolarissima chiesa a pianta ottagonale risalente al XVI secolo, che domina la valle del Tirino e l’altopiano di Navelli a poco meno di 1500 metri di altezza.

Rocca Calascio con i bambini, Abruzzo
Rocca Calascio con i bambini

Dalla chiesa alla rocca il percorso è breve! In pochi minuti verrete sorpresi da una vista pazzesca sui resti di questo piccolo castello di origine medievale. Il paesaggio è davvero suggestivo, avrete la sensazione di essere in un sito archeologico irlandese o scozzese, e invece siamo a pochi chilometri da Roma.
L’interno della torre è visitabile, ma purtroppo è accessibile solo la domenica a Giugno, Luglio e Settembre, mentre tutti i giorni nel mesi di Agosto.

Rocca Calascio: dove dormire

Se volete passare una o più notti nei dintorni di Rocca Calascio le opzioni sono diverse.
C’è un bellissimo albergo diffuso, Il Rifugio della Rocca, nella parte più alta del paese, ma vi avverto che i prezzi sono abbastanza proibitivi per una famiglia di quattro persone. 

Mi sarebbe piaciuto passare la notte a Santo Stefano di Sessanio, bellissimo borgo ad una ventina di minuti da Calascio, ma non abbiamo trovato nessun alloggio con una camera da quattro libera.

Rocca Calascio, La casa in cui abbiamo dormito durante il nostro weekend in Abruzzo con i bambini
Rocca Calascio – La casa in cui abbiamo dormito

Alla fine abbiamo optato per una casa vacanze a Calascio. L’alloggio si chiama Ammoglja, è una grande casa di 90 m² con parcheggio privato e una bella area giochi a pochi metri. La casa è a due piani, per chi ha bambini molto piccoli segnalo che c’è una scala piuttosto ripida e stretta.
Le stanze da letto sono due, c’è un grande bagno, la cucina e un piccolo soggiorno con divano e tv.
Al piano di sopra c’è una porta d’ingresso secondaria, apritela e vi ritroverete nel cuore del centro storico di Calascio, tra vicoletti e gatti in cerca di coccole (e cibo!). 
La casa è vecchio stile, un po’ “casa della nonna” (non so se con questa espressione riesco a farvi capire il genere).

La colazione è compresa nel prezzo, ma visto il periodo “Covid-19” si tratta di muffin e briosche confezionate. Noi abbiamo preferito farla al vicino bar “Il Nido del Falco”.

Dove mangiare a Rocca Calascio: Ristorante da Maria

La sera in cui siamo stati a Calascio i ristoranti aperti erano tre: il Rifugio della Rocca, che fa parte dell’albergo diffuso, la Trattoria da Maria e il ristoro La Montanara. Abbiamo optato per il Ristorante Trattoria da Maria perché era il più vicino alla nostra casetta, anche se il Rifugio della Rocca mi ispira tantissimo soprattutto per un pranzo all’aperto (si trova proprio dove comincia la salita per la rocca).

Il Ristorante da Maria non brilla certo per l’arredamento, praticamente inesistente, ma per buon cibo e accoglienza si!
La signora è un’ottima proprietaria di casa e i piatti sono quelli tipici della tradizione abruzzese. Da provare assolutamente i ravioli di ricotta di pecora, le lenticchie e l’agnello.
Il locale è minuscolo, ha solo venti coperti e si trova nascosto tra i vicoletti di Calascio.
Per prenotare telefonate al numero 346 522 3144

Campo Imperatore e gli arrosticini del Ristoro Giuliani, la nostra terza tappa

Gli arrosticini a Campo Imperatore, in Abruzzo
Gli arrosticini a Campo Imperatore

L’itinerario del nostro weekend in Abruzzo con i bambini non poteva non comprendere Campo Imperatore. Emanuele c’era già stato anni fa, nel suo “periodo biker”. La zona è infatti battuta da motociclisti di ogni specie.

Campo Imperatore, oltre che per il suo bellissimo paesaggio, è famoso per Mucciante e Giuliani, due ristori molto particolari.
Si fa la fila (perché la fila c’è sempre!), si entra e si comprano principalmente gli arrosticini (tipici della zona) da cucinare.

Campo Imperatore con i bambini, Valico di Capo la Serra
Campo Imperatore con i bambini – Valico di Capo la Serra


Vendono anche salsicce e altra carne, salumi, pane, formaggi e dolcetti. Insomma si fa spesa (hanno anche piatti e posate di plastica per i più disorganizzati tipo noi), si prende un tavolo e si cuociono gli arrosticini in una delle canaline libere.
Le canaline sono delle griglie lunghe e strette che nascono appositamente per cucinare gli arrosticini. La carbonella non serve, della brace si occuperà un ragazzo del posto.
E’ ovviamente una situazione molto spartana, quindi andateci con lo spirito giusto.

I cavalli a Campo Imperatore, in Abruzzo
I cavalli a Campo Imperatore

Noi abbiamo scelto Giuliani e non Mucciante per due motivi: è leggermente meno frequentato, quindi è probabile che la fila che troverete sarà più accettabile, e vicino ha un recinto con cavalli e puledrini.
I bambini (ma anche gli adulti) possono fare il giro della valle a cavallo accompagnati dai ragazzi che lavorano lì. Il costo è di 10 euro per una ventina di minuti.

Passeggiata e caffè a Santo Stefano di Sessanio, la nostra quarta tappa

Santo Stefano di Sessanio, ultima tappa del nostro weekend in Abruzzo con ibambini
Santo Stefano di Sessanio – Abruzzo

Purtroppo a Campo Imperatore abbiamo trovato freddo e nuvoloni (e anche un bello scroscio), così dopo aver cucinato, mangiato e fatto un giro a cavallo ci siamo spostati a Santo Stefano di Sessanio, ad una trentina di minuti di macchina.

Ne avevo sentito parlare molto bene e tutte le persone di zona che abbiamo incrociato durante il weekend ci hanno consigliato di visitarlo. Effettivamente Santo Stefano di Sessanio è un piccolo borgo che vale una tappa. Purtroppo ha subito dei danni durante il terremoto del 2009, ma è stato per lo più ricostruito (troverete qualche cantiere qua e là).

Anche qui c’è un bellissimo albergo diffuso, il Sextanio, nato da un’idea di un giovane imprenditore svedese.

Passeggiando per il paese ho inoltre trovato diverse segnalazione di b&b e appartamenti che mi sono segnata, come “La casa su“, “La Candeletta” e la “Residenza La Torre”.

Difficile non innamorarsi di questo borgo, un vero gioiellino arroccato sulla collina con case e strade fatte di pietra calcarea bianca.

Per un caffè o un gelato recatevi nella graziosa piazza Medicea.

Vuoi ricevere per email i miei consigli di viaggio?  
ISCRIVITI, E’ GRATIS!
Non intaserò la tua casella e-mail, ti scriverò solo una volta al mese

Accetto l’informativa sulla Privacy flaggando il checkbox a sinistra.* (Leggi informativa)

❤️ Ti piace il Blog? Seguimi anche sui social
Facebook
Instagram
Pinterest

🔴 Aspetta! Leggi anche:

[simple-author-box]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Mi chiamo Valentina Besana, adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 10 e 13 anni. Da quando siamo una famiglia sono sempre alla ricerca di mete kids friendly che amo condividere su questo blog.

Scopri qualcosa in più su di me

assicurazione di viaggio sconto
il mo shop su amazon

Vuoi ricevere per email i miei consigli di viaggio?  
ISCRIVITI, E’ GRATIS!
Non intaserò la tua casella e-mail, ti scriverò solo una volta al mese

Accetto l’informativa sulla Privacy flaggando il checkbox a sinistra.* (Leggi informativa)

Contact Us