Pasqua a New York: gli indispensabili da mettere in valigia

Pasqua a New York è una buona idea? Io direi ottima! Quest’anno Pasqua cade tardi (il 21 Aprile), ma la primavera newyorkese è famosa per essere alquanto imprevedibile per quanto riguarda il meteo. 

Central Park New York
Pasqua a New York: cosa mettere in valigia – Central Park

Se mi seguite da un po’ saprete che l’anno scorso abbiamo passato la Pasqua a New York (il giorno di Pasqua era il 1 Aprile).
Il tempo è stato clemente i primi giorni, un po’ nuvoloso ma si respirava aria di primavera. Non si può dire lo stesso degli ultimi: il giorno di Pasquetta lo abbiamo passato a fare a palle di neve a Central Park.
Si avete capito bene, a Pasqua a New York c’era la neve

Leggi anche:

https://www.beroad.it/post/204487/pasqua-new-york-bonnet-parade
 

Settimana di Pasqua a New York: cosa mettere in valigia

Innanzitutto guardate il meteo di New York solamente un paio di giorni prima della partenza, così da regolarvi meglio su cosa dovrete mettere in valigia (se lo guardate oggi vi prende il panico!). 

neve a Central Park
Pasqua a New York: cosa mettere in valigia – Neve in Primavera

Per passare una settimana a New York in primavera la regola è vestirsi a cipolla e portare qualche capo molto pesante, perché le temperature possono scendere di molto da un giorno all’altro.
Scarpe comode: a New York macinerete chilometri! Io porterei due paia di scarpe per evitare di rimanere con i piedi bagnati se dovesse piovere. Ai bambini in queste occasioni porto un paio scarpe da trekking, che solitamente sono waterproof e molto comode per camminare (in alternativa stivaletti di pelle che vanno bene anche con la pioggia) e un paio di scarpe da ginnastica più leggere.
high line park a Chelsea
Pasqua a New York: cosa mettere in valigia – High Line Park

 
Impermeabile tipo kway: occupa poco spazio, si può appallottolare ed infilare nello zaino e può sempre tornare utile;






– Un piumino leggero (ma neanche troppo leggero): lo so che siamo ad Aprile, ma può far freddo, soprattutto se uscite la mattina presto (con il jet lag i primi giorni vi sveglierete all’alba) o se passerete la serata fuori; 
Felpe pesanti/maglioncini di lana: magari fa abbastanza caldo e con una bella felpa ed una giacca a vento ve la caverete!
Cappellino di cotone (o lana leggera) e sciarpa: cappellini e scarpine non mancano mai nella mia valigia, soprattutto se viaggio in primavera;
Poncho o ombrello: noi avevamo comprato quegli orrendi ponchi da pioggia che costano un euro e che solo i turisti hanno il coraggio di indossare (a Roma non lo farei mai!). Brutti son brutti, ma a New York sono stati comodi per le piogge improvvise. Se proprio non ve la sentite portate l’ombrello!

Leggi anche:

https://www.beroad.it/post/19985/medicinali-bambini-viaggio
 
Poi ovviamente c’è tutto ciò che riguarda l’intrattenimento dei bambini durante il lungo volo e nei ristoranti.
Noi di solito portiamo, oltre all’immancabile iPad che ormai utilizziamo solo in viaggio, tanti piccoli giochi di società versione travel: abbiamo il forza 4, le carte Uno (gioco che ormai apprezza anche la piccola), il memory, piccoli libri da leggere o da colorare, i trasferelli (recente scoperta di mia figlia)… Mi sa che presto scriverò un post sui giochi da viaggio visto che ne ho molti altri da consigliare, che ne dite?




Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Twitter

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici:

new york

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui social

DATI FISCALI

Valentina Besana
C.F. BSNVNT79A56D810N
Cookies Policy
Privacy Policy


© Copyright 2019​ beroad.it