Viaggi in auto con bambini: le fiabe sonore sono la svolta

Viaggi in macchina con bambini
Viaggio in macchina con Mr D tanti (tanti) anni fa

Non amo i lunghi viaggi in macchina, per di più con i bambini, ma nonostante questo, diverse volte ci siamo ritrovati ad affrontare ore e ore in auto per raggiungere la nostra meta. Succede ogni estate da quando è nato Diego perché alla Val Badia (in Alto Adige) non riusciamo a rinunciare (l’anno prossimo si prova ad andare in treno… lo diciamo sempre). Le prime tre ore di solito scorrono senza intoppi, anche perché cerchiamo di scegliere l’orario di partenza in base al momento in cui i bambini (si presuppone) schiacceranno un pisolino.

Viaggi in macchina con bambini
VIaggi in macchina con bambini

Il problema fondamentale è che i bambini in macchina si annoiano. Anche gli adulti, certo, ma gli adulti non lagnano (la maggior parte per lo meno…). E quindi scatta l’intrattenimento. In macchina abbiamo sempre un ipod che contiene un numero imprecisato di fiabe sonore (cento? mille? non saprei, ma ce ne sono tante, per tutti i gusti). Anche di musiche di ogni genere, certo, ma la svolta sono le fiabe sonore, soprattutto per Diego che ora ha sei anni e le segue con grande attenzione. Attacchiamo l’ipod alla presa Usb della macchina e il gioco è fatto (aaaah… la presa Usb in macchina, che grande invenzione!).

Molte delle fiabe sonore che ascoltano i miei figli in macchina sono le stesse che ascoltavo io da bambina. Avete presente quelle la cui sigla iniziale comincia con “A mille ce n’è, nel mio cuore di fiabe da narrar”?

Beh son proprio quelle, e sebbene siano decisamente retrò Diego le adora. Un grande classico intramontabile dei Fratelli Fabbri.
Esistono anche in versione CD accompagnate da illustrazioni d’epoca. Le trovate qui 

“Perché non gli metti un bel cartone animato sull’ipad?” Mi chiedono in molti.

Effettivamente sarebbe una bella soluzione per i viaggi molto lunghi. Non sono una di quelle mamme un po’ fissate che sostengono sia meglio farli annoiare e scoprire il mondo dal finestrino. No. I cartoni quando ci vogliono ci vogliono! E nei viaggi in macchina molto lunghi ci vorrebbero eccome. E allora perché mai non ci organizziamo per creare una bella atmosfera da cinema nei sedili posteriori? Semplice, entrambi i miei figli soffrono il mal di macchina e guardare uno schermo peggiora la situazione. Damn!
Ovviamente insieme alle fiabe sonore ci sono gli audio libri. Tra i più apprezzati (e che non dispiacciono nemmeno a noi adulti) abbiamo “Le Favole al Telefono” di Gianni Rodari lette da Claudio Bisio e “Il Piccolo Principe”.
Anche con “Harry Potter e la pietra filosofale” abbiamo riscontrato un discreto successo, nonostante Diego non abbia ancora visto il film ha apprezzato abbastanza.
Per il prossimo viaggio vorrei comprare Mary Poppins” letto da Paola Cortellesi, chissà se piacerà più a me che a loro!

Cartoni Animati in macchina, si o no? Fammi sapere cosa ne pensi, lascia un commento

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram

Salva

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici:

con bambini, on the road

Commenti (0)

  • Io uso i cartoni animati, lo confesso, ma in maniera moderata. In questo periodo (mio figlio ha 5 anni) uso molto gli indovinelli (tipo quale animale inizia con la s?) e così familiarizziamo anche con l’alfabeto.
    Le fiabe sonore mi ispirano molto, dato che le storie gli piacciono molto, credo proprio che proveró!! Grazie dell’idea!!

  • Usiamo molto la macchina e partiamo spesso di notte caricando i bimbi in macchina ancora addormentati e questo ci aiuta tantissimo contro il mal d’auto che è un problema soprattutto per la cinquenne. Nonostante sia per il tablet con un bel film è sconsigliato alla nausea ma l’idea delle fiabe sonore è veramente intrigante come idea. Lo proveremo al prossimo viaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui social

DATI FISCALI

Valentina Besana
C.F. BSNVNT79A56D810N
Cookies Policy
Privacy Policy


© Copyright 2019​ beroad.it | Powered by luisafassino.com