Pranzo in Fraschetta: Osteria Dar Vignarolo

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Osteria Dar Vignarolo
Dove: Via Strada Nuova 97
Tel: 069332460 / 3479402161
Prezzo: una ventina di euro per antipasto, primo e dolce
Consigliato per: buon rapporto qualità prezzo
Voto: 7/10



Ariccia, piacevole paesino dei Castelli Romani a 25 chilometri da Roma, è famoso per le sue Fraschette, trattorie alla buona dove bere il vino tipico della zona, mangiare porchetta e assaggiare i primi della tradizione romana.
Sono numerosissime, una attaccata all’altra ed offrono più o meno tutte gli stessi piatti. Ammetto che non è facile scegliere, il più delle volte ci si affida al caso o si ascoltano i consigli di amici e conoscenti.

osteria dar vignarolo

Sabato sono stata per la prima volta all’Osteria Dar Vignarolo. Grandi tavoli di legno, piatti di plastica, tovaglia a quadri di carta, tutto nella norma insomma. Ma Dar Vignarolo si respira un’atmosfera ancora più alla buona rispetto alle altre fraschette in cui ho mangiato, la conferma alla fine del pranzo, quando ci hanno portato le tipiche ciambelline al vino in un sacchetto cuki anzichè in una ciotola o piattino.
Ma cominciamo dall’inizio. Spiego, a chi non conosce le fraschette, che gli antipasti la fanno sempre da padrone, e Dar Vignarolo questa tradizione è stata mantenuta. Porchetta, mozzarelline di bufala, salame, prosciutto, coppiette, formaggi, verdure alla griglia, fagioli con le cotiche, bruschette bianche e al pomodoro. Potevamo tranquillamente fermarci qui, ma molti di noi (me compresa) hanno deciso di prendere anche il primo. Il cameriere ci ha annunciato così i primi piatti presenti in menù: amatriciana, cacio e pepe, carbonara, arrabbiata, fettuccine funghi, salsiccia e panna e pappardelle al cinghiale. La carbonara non era male (provata personalmente). Cacio e pepe e pappardelle al cinghiale avevano un buon aspetto e, a quanto mi hanno riferito i miei amici, erano anche buone.
Il secondo non lo ha preso nessuno (anche se in bella vista c’erano bistecche e salsicce da cuocere alla brace) ma non contenti siamo riusciti a non farci mancare il dolce: panna cotta, crema catalana e ciambelline al vino con Romanella (vino rosso frizzante).
Ambiente spazioso per chi ha bambini al seguito
All’Osteria Dar Vignarolo c’è posto per tutti, anche per chi ha passeggino e bimbi scalmanati che spesso e volentieri preferisco gironzolare per i tavoli invece che stare seduti.
Prezzo
Calcolate circa 18 euro a testa (quasi tutti abbiamo preso sia primo che dolce oltre gli antipasti). Il prezzo mi è sembrato leggermente sotto la media rispetto alle altre fraschette in cui sono stata. In omaggio da portare a casa abbiamo ricevuto anche un sacchettino di ciambelline al vino (che erano particolarmente buone).
Leggi anche:
– Fraschetta consigliata ad Ariccia: da Sora Ines
– Fraschetta “Da Sora Lella” ad Ariccia (Roma)
– “I 3 moschettieri”: la fraschetta dei romanisti (Ariccia)

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

ariccia, castelli romani, fraschette, recensione, roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui social

DATI FISCALI

Valentina Besana
C.F. BSNVNT79A56D810N
Cookies Policy
Privacy Policy


© Copyright 2020​ beroad.it | Powered by luisafassino.com