Skip to main content
Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Visita al Monte dei Cocci (Testaccio, Roma) con i bambini

Aggiornamento 2019

Il Monte dei Cocci è un posto davvero insolito che ho sempre voluto visitare con i bambini, ma l’ho sempre trovato chiuso, vi spiego nel prossimo paragrafo come poter accedere e fare una visita guidata.

Il Monte dei Cocci (o Monte Testaccio) è un falso colle alto quasi 50 metri composto da venticinque milioni di anfore! Si tratta della prima discarica differenziata di Roma!

Le anfore olearie che venivano utilizzate per il trasporto e la vendita di olio proveniente dalla Spagna non potevano essere riutilizzate in quanto assorbivano completamente gli odori e venivano così distrutte e lasciate in questo terreno, che nel corso dei secoli è diventato una piccola collinetta composta da stratificazioni di cocci. Il nome del rione, Testaccio, deriva proprio da questi cocci, che in latino si chiamano testae.

Come accedere al Monte dei Cocci e fare una visita guidata

Il Monte dei Cocci è solitamente chiuso al pubblico. Per visitarlo ci si deve affidare ad associazioni culturali che organizzano visite guidate.

Noi abbiamo scelto l’associazione La Mage, specializzata in visite per bambini. Ci siamo trovati così bene che appena possibile vorremmo partecipare alla visita guidata della Piramide Cestia, sempre nel quartiere Testaccio.

Monte dei cocci visita con bambini
Visita al Monte dei Cocci: il piccolo archeologo prende appunti

Durante la visita al Monte dei Cocci è stata data la possibilità ai bambini di partecipare attivamente prendendo il ruolo di piccoli archeologi.
Per Diego (che ha 7 anni) è stato davvero divertente, un po’ meno per Bianca che non ha partecipato molto (la visita è per bambini dai 5 anni, che lei non ha ancora compiuto).

Dove: Monte Testaccio – Via Nicola Zabaglia, 24. Metro Piramide. Visita per famiglie con l’asssociazione culturale La Mage.

Monte dei Cocci
Monte dei cocci: resti di anfore

Dove mangiare a Testaccio vicino al Monte dei Cocci: Flavio al Velavevodetto

 

Trattoria Flavio al Veloavevodetto bruschetta con alici e stracciatella di bufala
Trattoria Flavio al Veloavevodetto: stracciatella di burrata e alici

La visita al Monte dei Cocci si è conclusa proprio all’ora di pranzo così ci siamo diretti verso la vicina trattoria Flavio Al Velavevodetto, dove avevamo un tavolo prenotato. Si tratta di una tipica trattoria che propone i piatti della tradizione romana.

Bruschettine con stracciatella di burrata e alici, carciofo alla giudia, cacio e pepe e un tiramisù al bicchiere che ancora mi sogno la notte. Buone anche le polpette al sugo che abbiamo ordinato per i bimbi.

All’interno della sala principale del ristorante troverete una grande vetrata che mostra i cocci del monte.
I prezzi al Velavevodetto sono medio – alti, non vi aspettate la trattoria alla buona, ma qualità degli ingredienti e cortesia sono di casa.

 

Trattoria Flavio al Velavevodetto , una buonissima Cacio e pepe
Trattoria Flavio al Velavevodetto a Testaccio  – Cacio e pepe
trattoria flavio al velavevodetto testaccio
Trattoria Flavio al Velavevodetto a Testaccio: tiramisù al bicchiere

Vi segnalo che il ristorante Velavevodetto è anche in zona Prati, a piazza dei Quiriti.

Se invece cercate un locale con un buon buffet bio e animazione per bambini vi consiglio il Ketumbar, anch’esso a pochi metri dall’entrata del Monte dei Cocci.


Testaccio: il cimitero acattolico di Roma

Finito il nostro tour gastronomico abbiamo proseguito con la visita del quartiere. Tornando verso la metro Piramide abbiamo preso via Caio Cestio che ci ha portato al Cimitero Acattolico (conosciuto anche come cimitero dei protestanti o cimitero degli artisti e dei poeti). Questo cimitero, che sorge proprio dietro la Piramide, è un bellissimo giardino curato che ospita tombe di personaggi illustri del calibro di Keats, Shelley e Gramsci, oltre che una cinquantina di gatti! La colonia felina di Piramide è infatti una delle più numerose di Roma.
Il Cimitero acattolico è aperto tutti i giorni dalla mattina al pomeriggio, la domenica e i festivi l’ultimo ingresso è alle 12.30.
L’ingresso è gratuito ma è consigliata una donazione di almeno tre euro.

 

 Altre cose da vedere a Testaccio

 

– Cimitero di Guerra del Commonwealth
– Il museo Macro
– La Città dell’altra economia (spesso il weekend organizzano mercatini o altri eventi)
– La Centrale Montemartini
– Il Mercato rionale
– La Piramide Cestia (ingresso solo su prenotazione con visita guidata)
– Porta San Paolo (ingresso gratuito)
– Tour dei Murales del quartiere

[simple-author-box]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Ciao!
Sono Valentina Besana, blogger professionista, fondatrice e autrice di BeRoad.it.
Amo il turismo di prossimità, andare in giro per Roma e il Lazio e condividere nuove scoperte con voi.
Appena posso, parto anche per mete un po’ più lontane

Scopri qualcosa in più su di me

assicurazione di viaggio sconto
il mo shop su amazon

Vuoi ricevere per email i miei consigli di viaggio?  
ISCRIVITI, E’ GRATIS!
Non intaserò la tua casella e-mail, ti scriverò solo una volta al mese

Accetto l’informativa sulla Privacy flaggando il checkbox a sinistra.* (Leggi informativa)

Contact Us