Skip to main content
Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Mostra di Warhol: Milano o Pisa? Una mini-guida per scegliere

Warhol è sempre stato un tipo eccentrico, uno di quelli che sapeva farsi notare anche quando se ne stava seduto in silenzio in un angolo con i suoi occhialoni scuri e i suoi maglioncini a collo alto. E quando arriva, si sente. Forse per questo motivo in Italia da qualche giorno si contendono l’attenzione due mostre a lui dedicate: una al palazzo Reale di Milano (9 ottobre 2013 – 24 marzo 2014) e una al Palazzo blu di Pisa (12 ottobre 2013 – 2 febbraio 2014) : la prima è un’incredibile esposizione della collezione privata del magnate Peter Brent – collezionista d’arte che raccoglie opere dell’artista sin dagli albori – e l’altra, con un titolo che si racconta da sè – “Una storia Americana”- raccoglie opere dell’Andy Warhol Museum di Pittsburgh e di altre collezioni permanenti sparse per il mondo.

torre di pisa
La Torre di Pisa - foto di Valentina Besana

Il contenuto e il valore delle esposizioni è alto, ma quale scegliere? Quale attirerà la mia attenzione? Punti di forza e di debolezza.
La mostra di Milano è al Palazzo Reale: questa di solito è una certezza per mostre ben organizzate e ricche (non c’è nulla che mi faccia più incavolare di esposizioni con grandi nomi e poveri contenuti… se metti Monet nel nome non puoi presentarmi solo un suo disegno fornito dalla maestra delle elementari), fruibili e gestite alla perfezione anche con la collaborazione di ticketone, che, ovviamente, ti fa saltare la fila. Si trovano promozioni qua e là (atrapalo.it, groupon…) per poter ottenere a prezzo ribassatissimo la visita guidata.
A Pisa propongono sconti in abbinata con il treno (se si è possessori di Cartafreccia si potranno ottenere due biglietti al prezzo di uno), un prezzo speciale se si è possessori dell’app Internet Festival 2013 sul proprio smartphone, e una bella abbinata mostra&tour di un pezzetto di Pisa a scelta (Torre di Pisa, piazza dei Miracoli…). L’opzione migliore è quella delle passeggiate giudate (ogni venerdì) , che tematicamente ti fanno scoprire una Pisa insolita che non sia solo la celebre torre.
Se dovessi scegliere? Milano per la comodità, Pisa perchè cerca di far scoprire il territorio oltre “i grandi classici”. Comunque penso che se riuscirò, le andrò a vedere entrambe.
Un consiglio estemporaneo per una guida di Pisa? La guida d’autore (effequ) di Diego Casali. Il non plus ultra della guida curiosa, con percorsi a tema e piccole rivelazioni da vero local.

[simple-author-box]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Ciao!
Sono Valentina Besana, blogger professionista, fondatrice e autrice di BeRoad.it.
Amo il turismo di prossimità, andare in giro per Roma e il Lazio e condividere nuove scoperte con voi.
Appena posso, parto anche per mete un po’ più lontane

Scopri qualcosa in più su di me

assicurazione di viaggio sconto
il mo shop su amazon

Vuoi ricevere per email i miei consigli di viaggio?  
ISCRIVITI, E’ GRATIS!
Non intaserò la tua casella e-mail, ti scriverò solo una volta al mese

Accetto l’informativa sulla Privacy flaggando il checkbox a sinistra.* (Leggi informativa)

Contact Us