• Home
  • Low Cost
  • Napoli: dove mangiare la (migliore) pizza: pizzeria Sorbillo

Napoli: dove mangiare la (migliore) pizza: pizzeria Sorbillo

Chiariamo subito: di pizzerie con lo stesso nome a Napoli ce ne sono varie, ma si tratta di “casuali” omonimie.
La pizzeria Gino Sorbillo è solo in via dei Tribunali 32, diffidate quindi se volete mangiare la migliore pizza di Napoli delle imitazioni.



Fondata da Luigi, capostipite di una famiglia di 21 pizzaioli, è ora gestita da Anna Sorbillo: riconoscibile immediatamente dalla fila delle persone in attesa in una strada non esattamente spaziosa in cui si accalcano auto e pedoni.
Siate furbi, lasciate il nome per la prenotazione quando non state ancora morendo di fame, chiedete quanto tempo si prevede per l’attesa, ed eventualmente andate intanto a farvi un giro.
 

pizzeria sorbillo napoli
Foto di Guenda Gallo

A due passi c’è la Cappella Sansevero, tanto per passare il tempo facendo un’altra fila: sia per la pizzeria che per il Cristo velato ne vale comunque la pena.
Finito il giretto culturale, tornate davanti la pizzeria Sorbillo dove un gracchiante altoparlante annuncia nome e numero di posti lasciati per la prenotazione: è bene essere lesti ad entrare, la chiamata non viene ripetuta.
Una volta conquistato il tavolo, tutti pronti per la pizza: antipasti non ce ne sono, per cui si spera abbiate avuto l’accortezza di abbuffarvi precedentemente di fritti in una qualunque pizzeria da asporto lungo la strada.
Siete in vena di unire l’utile al dilettevole, o meglio il goloso al sociale? Con le pizze speciali dedicate ad Amnesty International 1 euro andrà in beneficenza.
I semifreddi non sono stati ancora assaggiati, ma hanno un aspetto invitante in una porzione mini, grosso modo un bicchierino da caffè al vetro.
I prezzi e la qualità della pizza spiegano la lunga fila all’ingresso: per una Margherita con due birre da 0,50 (in lattina) si spende meno di 11 euro, a meno che il cliente non sia un parlamentare: in questo caso scatta la tariffa speciale, come avverte un cartello all’ingresso, ovvero 100 euro a pizza da devolversi anche in questo caso in beneficenza.

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici:

dove mangiare, napoli

Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui social

DATI FISCALI

Valentina Besana
C.F. BSNVNT79A56D810N
Cookies Policy
Privacy Policy


© Copyright 2019​ beroad.it