Boa Vista (Capo Verde) con bambini: dune e “no stress”

scritto da il 20 Maggio 2013


English version

Lo scorso Dicembre avevo voglia di una breve vacanza invernale con mio marito, mia mamma e le mie due bambine (2 e 4 anni). 
Non volevamo affrontare un lungo viaggio in aereo, necessario per raggiungere le Maldive o il Kenya, così ho pensato che la soluzione perfetta per distanza e costi fosse Capo Verde!

boavista capoverde

Il mare di Boavista

Non avete mai sentito parlare di Capo Verde? Non vi preoccupate, nemmeno mia mamma, il portiere e l’insegnante della scuola materna di mia figlia!
Capo Verde, un’ex colonia portoghese, è un arcipelago di dieci isole situate nell’Oceano Atlantico, al largo della costa dell’Africa occidentale.






Con un clima mite e praticamente senza precipitazioni, Capo Verde è la destinazione ideale in qualsiasi periodo dell’anno.

Le due isole con collegamenti diretti dall’Italia sono Sal e Boa Vista. Entrambe appartengono al gruppo delle isole Barlavento e sono le più vicine al continente africano. Noi abbiamo optato per la un po’ meno turistica Boavista, che si raggiunge da Milano con un volo diretto (al ritorno considerate un breve scalo a Sal).

Non sapevo cosa aspettarmi all’arrivo però non era di sicuro l’aeroporto Aristides Pereira. 
Il caldo tropicale, l’atmosfera rilassata e il controllo passaporti all’aperto mi hanno dato la sensazione di essere atterrata ai Caraibi. Abbiamo preso i bagagli, passato i controlli doganali e dopo una veloce corsa all’hotel ci siamo ufficialmente rilassati e sentiti in Paradiso.

boavista con bambini

Jennifer e la sua famiglia a Boavista

La maggiore attrattiva di Boavista sono naturalmente le spiagge. Con più di 55 chilometri di spiagge incontaminate e pochissime persone all’orizzonte, non c’è da meravigliarsi che l’isola sia diventata sempre più popolare tra i turisti. 
L’isola è famosa anche per le sue dune di sabbia, la musica tradizionale, le tartarughe marine e la sua gente rilassata. Il motto “no stress” lo troverete ovunque e spesso i capoverdiani lo usano nelle loro frasi: “come look around my shop, no stress”.
La terra è estremamente secca – infatti il centro dell’isola è un’estensione del Sahara – e circondata dalle fredde acque agitate dell’Atlantico. Se visitate Boavista nella giusta stagione (Agosto – Settembre) potreste essere così fortunati da vedere le tartarughe depositare le loro uova nella sabbia.

Per quanto riguarda quello che c’è da vedere, una corsa in taxi da 3 euro vi condurrà nella capitale Sal Rei. S
e non siete mai stati in Africa o in un altro paese del terzo mondo preparatevi ad avere a che fare con ambulanti e a contrattare sui prezzi. 
Vi potrebbe capitare di avere a che fare con venditori ambulanti che sostengono di lavorare nel vostro hotel e che vi propongono visite guidate. Non fatevi ingannare – è solo una scusa per portarvi da un amico o in un negozio di souvenir di un familiare.
A Sal Rei troverete un bel po’ di ristoranti capoverdiani, portoghesi o italiani.

Per vedere il resto dell’isola potete affittare un pick-up o una jeep 4×4 con un autista e fare un tour di mezza giornata o che duri l’intero giorno per vedere gli aridi paesaggi, le spiagge incontaminate e le pittoresche cittadine color pastello sparse per l’isola. Da vedere c’è anche il deserto di Viana, un ampio tratto di deserto che copre la maggior parte dell’angolo nord-occidentale dell’isola, ed i resti di un relitto del 1968 sulla spiaggia di Santa Maria.
Se i vostri bambini sono un po’ più grandicelli delle mie figlie potreste optare per un tour sui quod per ammirare il panorama.

Dove dormire a Boavista
Per quanto riguarda gli alloggi considerare che esistono solo una decina di hotel sull’isola e la maggior parte sono grandi resort che offrono pacchetti all inclusive. Noi abbiamo scelto il Marine Club Beach Resort perché è più piccolo e tranquillo rispetto alle grandi catene RIU e Iberostar ma offre tutto ciò che potrebbe essere necessario ad una famiglia.

Marine Club Beach Resort

Una villetta del Marine Club Beach Resort

La struttura è composta da villettine in pietra che salgono sulla collina rocciosa, ben inserite nell’ambiente con una vista spettacolare del mare. Noi abbiamo alloggiato in una casa molto semplice con due camere da letto, molto pulita e con un bel terrazzino. Non c’era la vasca per fare il bagno alle bambine (fortunatamente mia figlia di due anni è abbastanza brava a farsi fare la doccia) e nessun bollitore a disposizione per scaldare il latte. In compenso lo staff (composto sia da italiani che da locali) è assolutamente baby-friendly e il ristorante con buffet offre una gran varietà di piatti capace di soddisfare anche i clienti più difficili.

Complessivamente Boa Vista è un’isola molto bella dai colori fantastici, buon cibo e gente calorosa. 
“No stress” e godetevi il mare!

Jennifer Matrone

Dopo più di 10 anni nel settore legale Jennifer ha deciso di cambiare vita ed ora è una “mompreneur”, ovvero la titolare della boutique online Apple Pie di prodotti americani per l’infanzia. Grande viaggiatrice, su Be Road Jennifer scrive per la sezione “BaBy Road” dedicata ai viaggi con bambini.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Ciao! Sono Valentina

Be Road Chi sono

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Qui trovi i miei consigli su:

ADV

Disneyland Paris

Disneyland Paris risparmiare

New York City

new york con bambini

Londra

Londra con bambini

Lisbona

lisbona con bambini

Fuerteventura (Canarie)

Fuerteventura con bambini

Cornovaglia

cornovaglia con bambini

Torino

Torino con bambini

Formentera

Formentera con bambini

BeRoad sui Social Network

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road beroad su instagram

Segui il Blog via Email

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

I post più recenti