Viaggio in treno con bambini piccoli, ecco come sopravvivere

Qualche giorno fa abbiamo affrontato il primo viaggio in treno con nostro figlio di 19 mesi e tanta, tanta energia! Quattro ore di viaggio da Roma a Genova (che poi causa ritardi e rallentamenti sono diventate quasi cinque) con un bambino in orari lontani da pisolino e nanna.

Le cartucce che ci siamo giocati per intrattenere il pupo sono state:

giochini e libri (di cui si è stancato dopo circa 5 minuti);
pizza (divorata in pochissimo tempo);
– una puntata di Pippi Calzelunghe caricata sull’iPhone (una salvezza!);
– svariate app tra cui: iVeicoli, Vocal Zoo e La Giungla Parlante (hanno decisamente trovato il consenso di Mr D).

in treno con il passeggino
Viaggio in treno con bambini piccoli

Tutti questi escamotage ci hanno salvato per circa un’ora e mezza, per il resto del tempo (“solo” tre ore circa) Mr D ha preferito fare avanti e indietro per l’intero vagone del treno un numero imprecisato di volte che va da cento a mille.

Questo è stato il viaggio dell’andata, era talmente eccitato dalla novità che è stato difficile farlo stare buono buono seduto.
Il ritorno è andato decisamente meglio da questo punto di vista, Diego ha dormito una mezz’oretta, si è svegliato con calma, ha fatto merenda e… poco dopo ho scoperto che soffre il mal di treno! Ebbene si, il povero piccolo Mr D si è sentito poco bene e ha vomitato tutto lo yogurt appena mangiato, addosso a me ovviamente.
I bambini sono imprevedibili si sa, la fortuna è stata che di fronte non avevo nessuno e accanto c’era il mio compagno e una mia amica (senza di loro non so come avrei fatto).
La prossima volta che viaggeremo in treno con nostro figlio poteremo sicuramente:
– buste di plastica (utili per isolare vestiti e giochi sporchi nel caso di vomito)
– un cambio completo nella borsa (lo avevo in valigia, è stato un pò più complicato prenderlo al volo)
salviette umidificate a iosa (le avevamo quasi finite).
E ovviamente banditi yogurt e succhi di frutta!
Dopo averlo cambiato dalla testa ai piedi e aver pulito tutto ciò che si è potuto salvare il viaggio è proseguito senza intoppi. Cose che succedono 😀

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici:

con bambini, consigli, iphone

Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui social

DATI FISCALI

Valentina Besana
C.F. BSNVNT79A56D810N
Cookies Policy
Privacy Policy


© Copyright 2019​ beroad.it