[Viaggiare in sicurezza] Pneumatici invernali, la mia esperienza

pneumatici invernali per auto
Chi possiede una macchina lo sa, l’inverno mette a dura prova il guidatore: strade umide, bagnate o addirittura ghiacciate possono mettere a rischio la sicurezza su strada. E non parlo di zone di montagna, o almeno non solo di quelle, ma di strade che facciamo spesso anche se non abitiamo propriamente in alta quota. É questo il motivo per cui dal 15 Novembre al 15 Aprile è diventato obbligatorio attrezzarsi con pneumatici invernali o catene da tenere nel portabagagli. Le catene però non risolvono il problema dell’aderenza su strada quando ci sono basse temperature, in quanto si montano solo quando la viabilità è ridotta a causa della neve. Ecco perché è caldamente consigliato cambiare gli pneumatici quando comincia ad arrivare il freddo, prodotti studiati per permettere una guida sicura nelle condizioni di basse temperature. C’è un motivo se si chiamano pneumatici invernali e non gomme da neve.
L’inverno non è solo neve, ma umidità e violente precipitazioni per lo più piovose. Con temperature inferiori ai 7°C difatti le gomme tradizionali faticano a “scaldarsi” e ad avere un’adeguata aderenza al manto stradale.
La nostra esperienza
Sono un paio di anni che io e il mio compagno abbiamo deciso di montare sulla nostra auto, un Qashqai bello pesante, gli pneumatici invernali. Eravamo scettici inizialmente perché, abitando a Roma ci siamo sempre detti: “ma cosa dobbiamo farci con le gomme invernali se a Roma l’ultima volta ha nevicato nell’86?”.
Beh, circa due anni fa, abbiamo deciso di fare una scampagnata di qualche giorno a Falerone, un bellissimo paesino delle Marche. Sebbene non sia una zona di montagna, sentite cosa ci è successo. Era Novembre, periodo in cui a Roma si potrebbe quasi girare a mezze maniche. Arriviamo la sera nel posto in cui avremmo passato la notte, in piena campagna, e parcheggiamo la nostra auto lungo una stradina con una lieve pendenza. La mattina seguente, quando andiamo a riprendere l’auto per andare a fare un giro nei dintorni, troviamo una preoccupante gelata a terra, camminando a piedi abbiamo rischiato di scivolare varie volte. Entriamo in macchina e lentamente il mio compagno fa retromarcia per fare manovra, aveva parcheggiato con il muso in direzione della pendenza. Appena si muove di qualche centimetro, sentiamo l’auto perdere aderenza e scivolare, colto dal panico affonda il pedale del freno, facendo così la cosa peggiore che gli potesse venire in mente: l’auto inizia a pattinare per una decina di metri andando a finire la sua rovinosa figura, per fortuna in un prato a bordo strada. Siamo stati molto fortunati nonostante la paura che abbiamo preso. E se alla fine di quella stradina ci fosse stato uno strapiombo? O se la stradina avesse avuto una pendenza superiore a quella lieve che aveva? Sicuramente quell’episodio avrebbe avuto una piega diversa. Ora siamo contentissimi di avere montato sulla nostra auto gli pneumatici invernali, ci sentiamo più sicuri e poi abbiamo scoperto che i vantaggi di avere questo tipo di ruote si apprezzano anche quando la superficie stradale è bagnata e a Roma non piove così tanto di rado.
W.drive V905 di Yokohama
pneumatici invernali
Se non sapete da che parte cominciare vi consiglio la qualità degli pneumatici invernali Yokohama. Il W.drive V905, prodotto di punta della casa giapponese, permette di raggiungere un ottimo grip anche su asfalto freddo o bagnato, grazie a un’efficace sistema di dispersione dell’acqua. Questi pneumatici sono stati recentemente testati e consigliati dall’ADAC, l’automobile club tedesco, dal TCS, l’automobile club svizzero e dall’ÖAMTC, l’automobile club austriaco.
Post realizzato in collaborazione con BloggerItalia

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici:

consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui social

DATI FISCALI

Valentina Besana
C.F. BSNVNT79A56D810N
Cookies Policy
Privacy Policy


© Copyright 2020​ beroad.it | Powered by luisafassino.com