Skip to main content
Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Piano d’azione per i regali di Natale

di Barbara Vaglio
Vuoi diventare anche te Guest Blogger di Be Road? Scrivimi a mail@beroad.it

—————————————-

Con l’arrivo di Dicembre l’associazione al Natale è presto fatta.
Le case si addobbano a festa, l’albero troneggia in un lato della stanza, ogni anno quello è il posto a Lui riservato. La grotta attende il bambinello.

Ed eccoci, seduti a tavolino, a pianificare uno schema d’azione, ci sono le persone, i regali pensati, i negozi del “colpo sicuro” e quelli dove si prova ad entrare per avviare la ricerca. Facile a dirsi ma non a farsi.

foto di ejorpin

Nel piano manca un’idea regalo ben precisa per qualcuno, è mancato l’accendersi della scintilla e si attende il momento in cui l’associazione di cose, pensieri, astri, momenti favoriscano l’idea.

Poi mentre si sorseggia un caffè al bar, circondati da “n” persone e da un vociare fastidioso, e la mente tenta di ricavarsi un angolo di silenzio, magicamente due voci prendono forza sulle altre: A: “Cosa farai questo week end?; B: “Ho ricevuto un cofanetto esperienza e vorrei prenotare per questo week end, è un soggiorno per due in un b&b”; A: “Bello, ho già sentito parlare di questi cofanetti, mi piace il fatto che si abbia da scegliere periodo e luogo tra tantissime soluzioni”; B:“ Sì, infatti è davvero un’ottima cosa, un regalo graditissimo”.

Ecco. Come per Archimede vi si accende la lampadina, la corsa è orientata verso il computer, l’oggetto della ricerca è chiaro nella mente, e, raccolte un po’ di informazioni, la lista dei regali è pressocché stilata, ogni nome ha al suo fianco il regalo prestabilito.

Il piano d’azione anche quest’anno è salvo da punti interrogativi, puntini di sospensione e doppie/triple opzioni.
La vita quotidiana e le conversazioni intorno a noi possono fornirci le risposte ai rebus, il viaggio nella sua formula short è oggi più che mai un’esigenza,  il chiudersi di un Venerdì nero con la consapevolezza dolce di un week end fuori porta rischiara il nero fino a farlo dimenticare.

Il viaggio, seppure della durata di un fine settimana, è la pillola. Le formule possono essere mille, oggi l’escursionista organizza sul web e monitora le offerte, valigia pronta con il necessario, i cofanetti esperienza sono una delle possibili opzioni, scegli, prenoti e parti.
Più facile di così…
Qui qualche idea per voi www.elation.it 

[simple-author-box]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Ciao!
Sono Valentina Besana, blogger professionista, fondatrice e autrice di BeRoad.it.
Amo il turismo di prossimità, andare in giro per Roma e il Lazio e condividere nuove scoperte con voi.
Appena posso, parto anche per mete un po’ più lontane

Scopri qualcosa in più su di me

assicurazione di viaggio sconto
il mo shop su amazon

Vuoi ricevere per email i miei consigli di viaggio?  
ISCRIVITI, E’ GRATIS!
Non intaserò la tua casella e-mail, ti scriverò solo una volta al mese

Accetto l’informativa sulla Privacy flaggando il checkbox a sinistra.* (Leggi informativa)

Contact Us