Messico: l'isola delle bambole


Siete attratti da strani luoghi fuori dai soliti itinerari?
Vi consiglio La Isla de la Munecas, che tradotto sta per l’isola delle bambole.
Si trova in Messico, nel cuore del canale di Xochimilco, in un sobborgo di Città del Messico.

E’ un luogo che fa venire i brividi, senza elettricità nè acqua corrente.
L’unicità di questo posto inquietante e affascinante allo stesso tempo sta nelle migliaia di bambole di plastica vecchie e rotte appese e incastonate in quasi ogni albero presente sull’isola.

La storia dell’Isola delle Bambole ha inizio con Don Julian Santana, un eremita che negli anni ’50 viveva lì. Dopo il suo arrivo Julian si rese conto che l’isola era infestata dal fantasma di una bambina che morì affogata tempo addietro nelle acque circostanti.

Per dare pace alla giovane anima Julian diede inizio alla bizzarra installazione di bambole che tutt’oggi ha reso l’isola unica al mondo.
Il folle Julian morì annegato nelle acque dell’isola il 17 Aprile del 2001.
Fonte: www.funkydowntown.com

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici:

posti strani

Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui social

DATI FISCALI

Valentina Besana
C.F. BSNVNT79A56D810N
Cookies Policy
Privacy Policy


© Copyright 2019​ beroad.it | Powered by luisafassino.com