Viaggio in treno con bambini piccoli, ecco come sopravvivere

scritto da il 21 febbraio 2012


Qualche giorno fa abbiamo affrontato il primo viaggio in treno con nostro figlio di 19 mesi e tanta, tanta energia! Quattro ore di viaggio da Roma a Genova (che poi causa ritardi e rallentamenti sono diventate quasi cinque) con un bambino in orari lontani da pisolino e nanna.

Le cartucce che ci siamo giocati per intrattenere il pupo sono state:

giochini e libri (di cui si è stancato dopo circa 5 minuti);
pizza (divorata in pochissimo tempo);
– una puntata di Pippi Calzelunghe caricata sull’iPhone (una salvezza!);
– svariate app tra cui: iVeicoli, Vocal Zoo e La Giungla Parlante (hanno decisamente trovato il consenso di Mr D).

in treno con il passeggino

Viaggio in treno con bambini piccoli

Tutti questi escamotage ci hanno salvato per circa un’ora e mezza, per il resto del tempo (“solo” tre ore circa) Mr D ha preferito fare avanti e indietro per l’intero vagone del treno un numero imprecisato di volte che va da cento a mille.

Questo è stato il viaggio dell’andata, era talmente eccitato dalla novità che è stato difficile farlo stare buono buono seduto.

Il ritorno è andato decisamente meglio da questo punto di vista, Diego ha dormito una mezz’oretta, si è svegliato con calma, ha fatto merenda e… poco dopo ho scoperto che soffre il mal di treno! Ebbene si, il povero piccolo Mr D si è sentito poco bene e ha vomitato tutto lo yogurt appena mangiato, addosso a me ovviamente.

I bambini sono imprevedibili si sa, la fortuna è stata che di fronte non avevo nessuno e accanto c’era il mio compagno e una mia amica (senza di loro non so come avrei fatto).

La prossima volta che viaggeremo in treno con nostro figlio poteremo sicuramente:
– buste di plastica (utili per isolare vestiti e giochi sporchi nel caso di vomito)
– un cambio completo nella borsa (lo avevo in valigia, è stato un pò più complicato prenderlo al volo)
salviette umidificate a iosa (le avevamo quasi finite).

E ovviamente banditi yogurt e succhi di frutta!

Dopo averlo cambiato dalla testa ai piedi e aver pulito tutto ciò che si è potuto salvare il viaggio è proseguito senza intoppi. Cose che succedono 😀

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni

Commenti (4)

 

  1. piera ha detto:

    non gli ha dato per niente fastidio il treno?

  2. smellycat ha detto:

    Ciao Piera, si è sentito male proprio per il mal di treno!

  3. piera ha detto:

    poverino!.. e come avete fatto?
    quella è la mia paura più grande 🙁

  4. smellycat ha detto:

    A dir la verità non eravamo molto preparati, abbiamo agito d’istinto pulendo e cambiandolo dalla testa ai piedi 😀

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Natale: idee regalo

regali di natale per bambini che viaggiano

Argomenti principali

Disneyland Paris

Disneyland Paris risparmiare

New York City

new york con bambini

Londra

Londra con bambini

Lisbona

lisbona con bambini

Fuerteventura (Canarie)

Fuerteventura con bambini

Cornovaglia

cornovaglia con bambini

Torino

Torino con bambini

Formentera

Formentera con bambini

BeRoad sui Social Network

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Segui il Blog via Email

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

ADV

Seguimi su Instagram!

I post più recenti