Agriturismi e barriere architettoniche

scritto da il 21 giugno 2011


Dallo studio fatto da Toprural su agriturismi e barriere architettoniche in Italia, risulta che quasi un agriturismo su cinque è accessibile ai disabili. Sono Friuli-Venezia Giulia e Basilicata le regioni più sensibili alla tematica. Un agriturismo accessibile su tre si trova in Umbria o in Toscana.

Sono il 17,8% gli agriturismi che in Italia dichiarano poter offrire ospitalità a clienti diversamente abili. Il Friuli-Venezia Giulia e la Basilicata concentrano le maggiori percentuali su basi regionale anche se sono l’Umbria e la Toscana le regioni che dispongono, su base nazionale, della maggior offerta di agriturismi privi di barriere architettoniche.

Sono queste le due principali conclusioni dell’aggiornamento dello studio condotto da Toprural sui quasi 11.000 agriturismi recensiti nel portale specializzato nella ricerca di strutture rurali in Italia ed in Europa.

Densità interna. Il Friuli-Venezia Giulia e la Basilicata sono le due regioni che la maggior percentuale di agriturismi accessibili concentrano al loro territorio: questa tipologia di strutture rurali rappresentano il 36% dell’offerta regionale. Il Trentino-Alto Adige e la Campania sono invece le due regioni dove questa percentuale è minore: sono accessibili rispettivamente il 7,7% ed il 9% dei loro agriturismi.

Densità su base nazionale. Due sole regioni concentrano il 33% degli agriturismi accessibili d’Italia. L’Umbria detiene il 19,4% dell’offerta e la Toscana il 13,6% . In coda di questa seconda classifica troviamo la Calabria, con il suo 1% di agriturismi accessibili, e la campania, con un 1,4%.

Il quadro legislativo. La legge quadro nº 96 del 2006 sulla disciplina del settore agrituristico obbliga gli agriturismi, in quanto strutture ricettive, a garantire accessibilità e superamento delle barriere architettoniche tramite la realizzazione di opere provvisionali. La stessa legge rimanda alle singole regioni per una più specifica regolamentazione (qui il caso dell’Umbria).

Il metodo. Lo studio si basa sugli agriturismi e sulle strutture rurali italiane del portale Toprural, in data 20 giugno 2011. La base comprende 10.958 strutture su tutto il territorio nazionale. La regione Molise non entra nell’analisi su base regionale a causa del basso campione rappresentativo. Lo studio rappresenta l’aggiornamento di uguale analisi condotta nell’ottobre del 2009 su una differente base di agriturismi.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Natale: idee regalo

regali di natale per bambini che viaggiano

Argomenti principali

Disneyland Paris

Disneyland Paris risparmiare

New York City

new york con bambini

Londra

Londra con bambini

Lisbona

lisbona con bambini

Fuerteventura (Canarie)

Fuerteventura con bambini

Cornovaglia

cornovaglia con bambini

Torino

Torino con bambini

Formentera

Formentera con bambini

BeRoad sui Social Network

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Segui il Blog via Email

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

ADV

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?