Disordini in vacanza, come reagire

scritto da il 18 febbraio 2011


Comunicato Stampa

Dopo la Tunisia, anche l’Egitto é stato scenario di sommosse civili. Molti viaggiatori sono confusi. Posso cambiare la mia prenotazione? Il mio viaggio si svolgerà oppure no? E ora che faccio? Devo prenotare o è meglio di no? HolidayCheck.it dà alcuni suggerimenti riguardo la condotta da adottare in questi casi.

Impossibilità di partire
Nel caso in cui il viaggio non possa aver luogo, normalmente le compagnie aeree rimborsano il biglietto o per lo meno permettono di cambiare itinerario o prenotazione. Ad esempio, durante i recenti scontri in Egitto, Alitalia ha assicurato il rimborso del biglietto in caso di rinuncia causato da modifiche dell’operatività. In questi casi, si raccomanda sempre di non esitare a chiedere delucidazioni al call center della vostra compagnia di viaggio.

Per coloro che si trovano in loco
Si consiglia di evitare ogni luogo di eventuali manifestazioni, assembramenti politici o religiosi. Se volete spostarvi, chiedete preventivamente informazioni sull’evoluzione degli eventi all’albergatore e attraverso i mass media nazionali e internazionali a disposizione. Rispettate gli orari di coprifuoco decretati giorno per giorno dalle Autorità nazionali.
Per i passeggeri di Alitalia è a disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7 il  call center in lingua italiana e inglese raggiungibile al numero unico 0039 06 2222.
In caso di necessità, è possibile recarsi all’ambasciata in loco o presso gli aeroporti nazionali dove troverete un punto di contatto dell’Ambasciata. Se il caso lo richiede, il Ministero degli Affari esteri interviene agevolando il rientro a casa degli italiani.

Per coloro che desiderano comunque partire
Nel caso in cui si desiderasse partire nonostante le ribellioni non siano ancora sopite, si consiglia di segnalare la vostra partenza al sito www.dovesiamonelmondo.it e di attenersi alle indicazioni fornite dal Ministero degli Affari Esteri. Una volta sul luogo, finché il contesto di sicurezza non è ancora completamente ristabilito, la prudenza è d’obbligo. Si raccomanda di evitare le principali città interessate dai movimenti di protesta. Per le zone turistiche del paese nelle quali non si registrano disordini, si raccomanda di essere comunque prudenti e di informarsi sull’evoluzione degli eventi prima di ogni spostamento. Il sito ViaggiareSicuri (www.viaggiaresicuri.it) è sempre aggiornato in tempo reale sulle condizioni di sicurezza e sull’operatività dei voli.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Argomenti principali

New York City

new york con bambini

Londra

Londra con bambini

Fuerteventura (Canarie)

Fuerteventura con bambini

Cornovaglia

cornovaglia con bambini

Torino

Torino con bambini

Formentera

Formentera con bambini

BeRoad sui Social Network

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Segui il Blog via Email

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

ADV

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?