La tassa di soggiorno un ostacolo al turismo

scritto da il 17 febbraio 2011


Comunicato Stampa
La notizia della nuova tassa di soggiorno per gli hotel, recentemente adottata a Roma e presto in arrivo anche nei capoluoghi di provincia, nelle località turistiche e nelle città d’arte italiani, ha raggiunto l’82% degli oltre 2.500 opinionisti italiani di TripAdvisor che hanno partecipato alla recente survey sul provvedimento promosso dal Ministero del Turismo.
La tassa scoraggerebbe il turismo in Italia
Per il 62% degli opinionisti italiani di TripAdvisor la tassa di soggiorno rappresenterebbe solo un’ulteriore spesa per i viaggiatori internazionali e nostrani intenzionati a visitare le punte di diamante del Belpaese, rischiando così di scoraggiare il turismo in Italia.

Sfavorevole al provvedimento più di un viaggiatore italiano su due

Il 63% dei rispondenti italiani che hanno preso parte al sondaggio si dichiara “sfavorevole” alla tassa di soggiorno che appesantirebbe i budget di vacanza dei turisti italiani e stranieri per un importo che potrebbe arrivare fino a un massimo di 5 euro a notte. Infine, solo un intervistato su quattro (28%) sarebbe favorevole al sovrapprezzo per il soggiorno in hotel.

Spagnoli, tedeschi e inglesi: più di un viaggiatore su tre rinuncerebbe a visitare lo Stivale
Il 47% dei rispondenti tedeschi non hanno dubbi: se la tassa sul turismo dovesse entrare effettivamente in vigore rinuncerebbero al loro viaggio in Italia. E a pensarla così è anche il 31% degli spagnoli ed il 35% degli opinionisti inglesi che hanno preso parte al sondaggio.

Belpaese troppo caro e a rischio fregature per turisti stranieri

Il sondaggio rivela che il turismo in Italia viene percepito come troppo caro e “a rischio fregature” dal 64% dei rispondenti tedeschi, dal 47% degli opinionisti spagnoli e dal 40% degli intervistati inglesi.

… alla fine ci guadagnerebbero solo le casse dei Comuni
Secondo il 75% degli intervistati italiani l’entrata in vigore della tassa di soggiorno sarebbe una buona notizia soprattutto per le casse dei Comuni italiani, che beneficerebbero dei proventi a livello locale. Solo il 21% degli opinionisti ritiene che i fondi raccolti grazie alla nuova tassa potrebbero contribuire alla maggior tutela dei tesori d’arte e cultura del Belpaese, mentre il 4% degli interpellati non esprime un’opinione in merito.

Un euro a notte: Ok, la tassa è giusta!

Invitati a indicare il giusto importo della tassa di soggiorno, il 46% degli intervistati italiani suggerisce il prezzo di 1 euro, mentre il 24% dei rispondenti dichiara che dovrebbe essere introdotta un’altra tassa. Un più generoso 15% di intervistati opterebbe invece per una tassa sul turismo di importo pari a 3 euro. Infine, solo il 3% degli opinionisti di casa nostra sceglierebbe l’opzione di risposta per una tassa da 5 euro.

Card per turisti: più della metà degli intervistati pagherebbe un “extra” per averla
Invitati a indicare i servizi per i quali sarebbero disposti a pagare un prezzo extra durante le proprie vacanze, il 56% degli intervistati esprime una netta preferenza per una card speciale in grado di offrire a prezzi scontati sia servizi di trasporto che biglietti di ingresso a cinema e teatri, con sconti anche sui ristoranti locali. Un rimanente 30% dei viaggiatori pagherebbe un extra per poter fruire di visite guidate alle città, mentre il 9% dei rispondenti privilegerebbe la connessione Wi-Fi.

“I risultati di questo sondaggio ci mostrano quanto sia importante spiegare in modo chiaro le motivazioni e le finalità della tassa di soggiorno in modo che sia effettivamente uno strumento per tutelare il nostro patrimonio artistico e culturale”, ha commentato Lorenzo Brufani, Portavoce di TripAdvisor in Italia. “Ed ecco perché siamo convinti che anche la nostra community di viaggiatori possa rappresentare un canale efficace e immediato per raggiungere questo obiettivo”.

Il sondaggio è stato condotto su 5.846 intervistati – dei quali 2.500 italiani, 315 tedeschi, 1.657 inglesi, 1.374 spagnoli.

Trending Topics

Cerca nel blog

Come risparmiare quando si organizza un viaggio

Ami viaggiare? Seguimi!

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Chi sono

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

ADV

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Seguimi su Facebook!