Francia on the road: itinerario di viaggio

scritto da il 20 luglio 2009


Partenza: Roma
Mezzi: treno fino a Nizza + Macchina per girare la Francia
Tappe: Nizza, Lione, Parigi, Honfleur, spiagge dello sbarco, Mont Saint Michel, Saint Malo, Dinan, Dinard, Cameret Sur Mer, Tours, Saint Etienne, Bormes Les Mimosas, Saint Tropez, Nizza
Chilometri totali: 4551 km, di cui 1414 in treno e 3137 in macchina
Giorni: 15
Periodo: Agosto

Primo giorno
Roma – Nizza  – 707 km

Per raggiungere Nizza da Roma abbiamo viaggiato di notte in treno. Non avevamo trovato buone offerte per l’aereo e la macchina per comodità abbiamo preferito affittarla direttamente in Francia.




Secondo giorno

Nizza
Nizza (in Costa Azzurra) è davvero una bella località balneare, abbiamo però deciso di fermarci un solo giorno, la Francia del Nord ci aspettava. Abbiamo dormito nell’Au Picardy Hôtel (prenotato dall’Italia), delizioso alberghetto economico all’entrata della città vecchia (calcolate dai 20 ai 40 euro, a seconda della stagione).

Terzo giorno
Nizza – Lione – 478 km

Abbiamo ritirato la nostra Twingo grigia all’Avis e siamo partiti alla volta di Lione, tappa intermedia prima di Parigi.
Stanchi per il viaggio ci siamo rilassati in albergo (della catena Campanile, prenotato su internet e pagato pochissimo). Verso sera decidiamo di camminare verso il centro di Lione. Era agosto, la città era vuota e non ci ha fatto una bellissima impressione. Carino il centro storico, ma vi consiglio di visitare questa città in un altro periodo…

Quarto giorno
Lione – Parigi – 465 km

Felici di lasciare Lione ci dirigiamo verso la prima tappa veramente interessante: Parigi. Con il nostro inseparabile navigatore arriviamo davanti all’albergo prenotato dall’Italia in zona Montmartre (RESIDENCE CARDINAL PENSION DE FAMILLE, 4 rue cardinal mercier). Si tratta di una pensione molto spartana, pulita e in una buona posizione.
Dopo la consueta pennichella post viaggio usciamo alla scoperta di Parigi, città meravigliosa.

Quinto giorno
Parigi

A Parigi siamo rimasti due notti, se avete tempo vi consiglio di rimanere almeno un giorno in più.

Sesto giorno
Parigi –  Honfleur (Normandia) – 197 km
Un po’ dispiaciuti per aver lasciato Parigi così in fretta, ci avviamo molto curiosi verso il Nord.
La Normandia non è molto distante dalla capitale francese. Un’ alternativa al nostro giro della Francia potrebbe essere volare fino a Parigi, visitarla per qualche giorno, affittare un’auto e girarsi Normandia e Bretagna.

Arrivamo ad Honfleur con molta calma, evitando le autostrade (in Francia sono molto care) e preferendo strade alternative e sicuramente più suggestive che ci suggerisce il nostro navigatore.

Non avendo nulla di prenotato la nostra prima tappa è stata l’ufficio del turismo, dove nonostante la ressa in pochi minuti ci hanno trovato un bed & breakfast a pochi passi dal centro.
Honfleur è davvero un gioiellino grazie al vecchio porto e al pittoresco centro storico.

Settimo giorno
Honfleur

Abbiamo approfittato della calma e della bellezza di Honfleur per rilassarci un pochino.

Ottavo giorno
Honfleur – Spiagge dello sbarco circa – 120 km

Immense distese di sabbia per decine di chilometri di costa dove si svolsero le famose battaglie per la liberazione dell’Europa. Crateri di bombe e resti di carro armato sono lì a ricordare quei terribili giorni.
I cinque nomi in codice Sword, Juno, Gold, Omaha e Utah corrispondono alle cinque spiagge da visitare per rivivere quel periodo.
Per la notte abbiamo trovato un posto al Camping de la Hague (per fortuna abbiamo portato la nostra tenda dall’Italia).

Nono giorno
Spiagge dello sbarco – Mont Saint Michel 152 km – Saint Malo – 55 km

Avevamo sentito parlare di Mont Saint Michel, ma vederselo davanti in lontananza fa davvero un bell’effetto. Occhio a dove parcheggiate, l’alta marea potrebbe inondare la vostra auto!

Dopo una passeggiata in paese (affollatissimo di turisti) e nell’immensa spiaggia, siamo partiti per Saint Malo, distante solo 55 chilometri.
Saint Malo è un paesino delizioso, anche se in Agosto è impossibile trovare un alloggio senza prenotazione (è il posto più visitato della Bretagna). Scoraggiati e stanchi usciamo da Saint Malo e fortunatamente troviamo posto in un campeggio municipale ad una decina di chilometri di distanza.
Il campeggio si è rivelato l’alloggio ideale: oltre ad essere molto curato era vicino a tutto: Dinan, Dinard e Saint Malo. Siamo rimasti lì per 2 notti.

Decimo giorno
Saint Malo – Dinan – Dinard

Unidicesimo giorno
Saint Malo – Cameret sur mer – 267 km

La Bretagna ci è piaciuta così tanto che con l’aiuto della guida (Routard) abbiamo organizzato un’altra tappa: Cameret sur mer (nella penisola di Crozon), paesino di mare situato in una splendida baia.
Nonostante sia molto affollato durante i mesi estivi, siamo riusciti a trovare una camera all’Hotel Vauban, un alberghetto sui moli ben tenuto e piuttosto economico (circa 40 euro la doppia).

Dodicesimo giorno
Cameret sur mer – Tours – 501 km

Ci dirigiamo verso sud, i giorni che abbiamo a disposizione per questo viaggio sono quasi finiti. Ci fermiano nella zona dei castelli della Loira, dove passiamo l’intera giornata. Stanchi, abbiamo deciso di fermarci anche per la notte. Abbiamo dormito al Brit hotel Tours sud Chambray, ad una decina di minuti in macchina dal centro di Tours.

Tredicesimo giorno
Tours – Saint Etienne – 469 km

L’idea iniziale era quella di partire prestissimo così da arrivare in giornata in Costa Azzurra… ma la stanchezza ce l’ha impedito. Così, mal consigliati da un tizio conosciuto in un autogrill, ci siamo fermati per la notte a Saint Etienne, non lontano da Lione.
Troviamo subito un “Formula 1”, catena di motel di cui avevamo tanto sentito parlare. Ci fermiamo e “fortunatamente” troviamo una camera. Peccato che fosse molto sporca e davvero poco accogliente. All’ora di cena facciamo un giro in città ma troviamo tutto chiuso. Sembrava di essere in una cittadina fantasma… morale della favola: a letto senza cena!

Quattordicesimo giorno
Saint Etienne – Bormes Les Mimosas – 433 km

Il giorno dopo ci svegliamo prestissimo e scappiamo da Saint Etienne. Torniamo in Costa Azzurra, ma questa volta scegliamo Bormes Les Mimosas, delizioso paesino sul mare. Dormiamo in un campeggio sulla spiaggia.

Quindicesimo giorno
Bormes Les Mimosas – Nizza 144 km – Roma – 707 km

Torniamo a Nizza (facendo una sosta a Saint Tropez) per prendere il treno che ci riporterà a Roma.

This is the end!

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Un Codice Sconto per te!

Codice sconto viviparchi
“codice
“codice

Trending Topics

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Socializziamo?

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Segui il Blog via Email

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

ADV

Londra con bambini

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Seguimi su Facebook!

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?