Pacchetti e offerte per Disneyland Paris: scopri come risparmiare

scritto da il 17 ottobre 2018


A Giugno abbiamo passato due notti e tre giorni a Disneyland Paris (ex EuroDisney) dormendo all’Hotel Santa Fè all’interno del parco.
In questo post ti indico quanto abbiamo speso noi a Disneyland Paris offrendoti qualche consiglio su come acquistare pacchetti hotel + mezza pensione e su come risparmiare qualche centinaia di euro nella fase di organizzazione.

 

Disneyland Paris

Pacchetti e offerte per Disneyland Paris

Che Disneyland Paris non mi sia particolarmente piaciuto già lo saprai se hai letto “Disneyland Paris e la magia delle file che non finiscono mai“, ma non sai quanto abbiamo speso per passare due notti nel parco con mezza pensione e ingresso al Parco Disneyland e agli Studios.

 

Premettendo che una mini vacanza a Disneyland Paris non sia affatto economica, esistono due o tre trucchetti per risparmiare sul totale dei pacchetti.

 

Pacchetti e offerte per Disneyland Paris

Pacchetti e offerte per Disneyland Paris

Come organizzare una mini vacanza a Disneyland Paris

 

Iscriviti alla newsletter di Disneyland Paris

 

La prima cosa da fare se hai intenzione di regalare ai tuoi figli qualche giorno a Disneyland Paris è iscriverti alla newsletter dal sito ufficiale del parco. Ti arriveranno le offerte in corso dei pacchetti direttamente nella tua casella di posta, così sarai sempre aggiornato sui prezzi dei pacchetti.

Tieni d’occhio i voli per Parigi

Io uso le app Skyscanner e Hopper per capire quando è più conveniente volare. Per altri consigli leggi il post che ho scritto qualche tempo fa:  “Come trovare voli low cost: trucchi e consigli”.

Vai a Disneyland Paris in mezzo alla settimana

Evita i weekend, i ponti, il mese di Agosto e le feste comandate. Sono i periodi più costosi ed anche terribilmente più affollati. Cerca di arrivare a Disneyland il lunedì, il martedì o il mercoledì. Per risparmiare ancora di più puoi decidere di visitare il parco da Novembre (dopo il ponte dei Morti) a Febbraio.

 

Pacchetti e offerte per Disneyland Paris

Pacchetti e offerte per Disneyland Paris

 

Guarda il sito di Disneyland Paris in altre lingue


Una cosa che ho fatto e che mi è tornata utile per risparmiare all’incirca 200 euro sul totale del pacchetto è stata prenotare un’offerta trovata sulla versione francese del sito di Disneyland Paris. Sulla homepage in alto a destra trovi il loghetto del mappamondo con la scritta “italian”. Da lì puoi scegliere il Paese che preferisci. Io ho guardato le offerte per la Francia, per l’Inghilterra, per l’Irlanda, per la Spagna e per la Polonia.

Ho trovato un’offerta nella versione francese del sito più conveniente rispetto a quella trovata sul sito italiano. Così ho chiamato il numero italiano 02 75419755 e ho comunicato di voler prenotare un pacchetto trovato sul sito francese.

 

L’unico inconveniente è che ti arriverà il voucher nella lingua del paese scelto per la prenotazione. Io ho prenotato sul sito francese e il voucher con alcune indicazioni importanti mi è arrivato in francese. Con google translate sono riuscita a tradurlo alla bell’è e meglio in pochi minuti.

Questi e altri consigli li ho trovati su vari gruppi facebook che frequento in cui spesso mi confronto con altre famiglie viaggiatrici per dritte e consigli su viaggi e vacanze (ne ho parlato qui: “Weekend all’estero con i bambini: i trucchi per risparmiare”), e sul blog di Barbara.

 


 


Quanto abbiamo speso a Disneyland Paris e dove abbiamo dormito

 

Questo viaggetto a Disneyland Paris ci è costato in totale 1370 euro, compreso tutto.

Ti faccio vedere nel dettaglio le spese:

2 notti all’Hotel Santa Fè con camera quadrupla, 3 giorni di ingresso ai due parchi (Parco Disneyland e Walt Disney Studios), mezza pensione: 850 euro
volo a/r da Roma Fiumicino a Parigi Orly (4 biglietti): 280 euro con la compagnia Vueling
pranzi nei fast food all’interno del parco: 100 euro
NCC dall’aeroporto al parco (e viceversa): 140 euro (poi vi spiego perché abbiamo preferito una macchina privata al Magic Shuttle)

Si può spendere meno? Penso di si, ad esempio, come vi ho già detto, ci sono dei periodi dell’anno più economici degli altri, come Novembre, Gennaio e Febbraio. Considerate però che potreste trovare temperature davvero basse. A me darebbe noia, anche per questo abbiamo scelto Giugno.

Due parole sull’Hotel Santa Fè

 

L’Hotel Santa Fè (insieme al Cheyenne) è considerato il più economico degli hotel del parco Disneyland.
L’hotel in sé ci è piaciuto abbastanza e lo abbiamo trovato molto comodo. La navetta che dall’hotel porta al vero e proprio parco passa ogni 12 minuti (in estate il servizio è attivo fino a mezzanotte) e il viaggio dura circa 3 minuti.
La colazione, così come la cena, sono al buffet (abbiamo mangiato lì solo la prima sera). La qualità lascia a desiderare, ma sinceramente non ci aspettavamo nulla di più.

Se non vuoi prendere la mezza pensione ti segnalo che al Santa Fè c’è anche un piccolo Starbucks.

Dell’Hotel Santa Fè non ho amato (indovinate un po’) le file! Appena arrivati ad attenderci c’era una luuunga fila per fare il check in, a colazione una luuunga fila per prendere un caffè o dell’acqua e a cena una luuunga fila per prendere il dolce. Non so com’è la situazione negli altri alberghi, ma quello che ho pensato è stato che essendo uno degli hotel più economici del parco sia anche il più affollato.

Perché abbiamo preso un NCC (e quale) invece del Magic Shuttle per raggiungere Disneyland Paris

Quando ho prenotato il pacchetto hotel, al telefono mi hanno proposto di acquistare anche i biglietti per il Magic Shuttle, l’autobus che dall’aeroporto Orly e Charles de Gaulle ti porta direttamente all’hotel del parco che hai scelto.

Sapendo che avrei comunque potuto prenotare successivamente ho preferito aspettare e informarmi meglio.

Facendo un confronto tra i prezzi del Magic Shuttle con quelli di NCC e taxi ho capito che per una famiglia di quattro persone (con bambini sopra i due anni) il Magic Shuttle non è così tanto più conveniente, con lo svantaggio inoltre di doverlo attendere all’aeroporto (ne passa uno ogni ora).

Prenotando un NCC (una macchina privata con conducente) abbiamo speso 140 euro anziché i 120 euro (a/r) del Magic Shuttle, pagando quindi in totale 20 euro di più, ma con la comodità di scegliere noi l’orario.

La compagnia con la quale abbiamo prenotato la macchina si chiama Top Shuttle .

 

Hai già prenotato? Leggi le cose da sapere prima di partire

 

Prenota il ristorante

 

Se hai il pacchetto mezza pensione o pensione completa ti consiglio vivamente di prenotare un tavolo con largo anticipo. E quando parlo di largo anticipo non intendo una settimana prima dell’arrivo, ma un mese.
Potrai scegliere di pranzare/cenare presso il tuo hotel o uno dei ristoranti del parco (il numero dei ristoranti da scegliere varia a secondo del pacchetto che hai acquistato).

Al Plaza Garden, il ristorante che abbiamo scelto per la cena, ho visto gente senza prenotazione fare la fila di un’ora e passa per mangiare, ovviamente con bambini stanchi al seguito.

E’ pazzesco ma Disneyland è anche questo.

Il numero che dovrete chiamare per prenotare il vostro tavolo a Disneyland Paris è il +33 (0)1 60 30 40 50.
Se avete difficoltà con la lingua francese chiedete subito se potete parlare con qualcuno che conosca l’italiano o l’inglese. L’alternativa è prenotare il tavolo direttamente alla reception del vostro hotel, ma io lo sconsiglio vivamente.

Disneyland Paris FastPass: facciamo un po’ di chiarezza

Il FastPass di Disneyland Paris serve per evitare di fare lunghe code alle attrazioni.

Questo pass è, come si dice a Roma, una mezza sòla (una fregatura insomma).

Ora vi spiego come funziona.
Si inserisce il biglietto d’ingresso del Parco (per ogni persona che sale sull’attrazione) nelle macchine FastPass che si trovano vicino l’entrata di alcune attrazioni. Per ogni biglietto d’ingresso inserito verrà rilasciato un ticket con l’orario in cui potrai tornare per accedere all’attrazione senza fare la fila (o facendone poca). 

Ora vi starete chiedendo quale sia la fregatura, in fondo è un servizio gratuito che vi evita le file.

 

La sòla è che è possibile beneficiare di un solo biglietto FastPass a persona per volta, nel senso che per ottenere un ticket FastPass per un”altra attrazione devi aver utilizzato il primo o, in alternativa, aspettare due ore dall’emissione del primo. In pratica non si possono prenotare due attrazioni con il FastPass contemporaneamente.

 


Altra cosa: i ticket FastPass hanno un numero giornaliero limitato, quindi può capitare (a noi non è successo per fortuna) che nel tardo pomeriggio non vengano più distribuiti nelle attrazioni più frequentate.

Il FastPass è compreso nei biglietti d’ingresso al parco.

Disneyland Paris come risparmiare

Disneyland Paris come risparmiare

Esistono poi il Vip FastPass (con accesso illimitato alla corsia FastPass), per chi soggiorna nelle suite degli hotel ufficiali Disney; e l’Hotel FastPass (con accesso veloce, all’ora desiderata tranne dalle 13 alle 16 ad alcune delle attrazioni FastPass preferite), per gli ospiti delle camere “club” degli hotel: New York, Newport Bay Club e Sequoia Lodge.

– Fai un itinerario delle attrazioni che volete fare



Qui noi abbiamo toppato alla grande. Siamo arrivati a Disneyland Paris un po’ impreparati sulle attrazioni presenti, perdendo così molto tempo per capire dove andare. Prima di partire fatti dare una mappa del parco da un amico che già c’è stato (molti bambini vogliono conservare la mappa di Disneyland, anche i mei lo hanno fatto) e studiatela un po’. In alternativa fai semplicemente una ricerca su google su quali siano le attrazioni più belle di Disneyland Paris oppure chiedi ad altri genitori nei gruppi facebook che ti ho suggerito. Arrivare preparati ti farà risparmiare parecchio tempo. Considera che il biglietto che acquisterai con il pacchetto hotel è sia per l’ingresso al Parco Disneyland che per gli Studios (dedicati principalmente al cinema e agli effetti speciali), che hanno due ingressi diversi (sono attaccati). Insomma di roba da vedere ce n’è davvero tanta, in due giorni è impossibile vedere tutto (considerando che dovrai fare molte file) quindi ti consiglio, per quanto possibile, di fare una selezione accurata.

– Scarica l’app ufficiale di Disneyland Paris



E’ davvero comoda perché indica in tempo reale i tempi d’attesa o se un’attrazione è  momentaneamente chiusa per ristrutturazione (purtroppo quando siamo andati noi Phantom Manor, la casa dell’orrore per intenderci, era chiusa).

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Natale: idee regalo

regali di natale per bambini che viaggiano

Argomenti principali

Disneyland Paris

Disneyland Paris risparmiare

New York City

new york con bambini

Londra

Londra con bambini

Lisbona

lisbona con bambini

Fuerteventura (Canarie)

Fuerteventura con bambini

Cornovaglia

cornovaglia con bambini

Torino

Torino con bambini

Formentera

Formentera con bambini

BeRoad sui Social Network

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Segui il Blog via Email

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

ADV

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?