Medicinali per bambini in viaggio: cosa c’è (sempre) nel mio beauty

scritto da il 6 giugno 2017


Farmaci da viaggio per bambini

Medicinali in viaggio per bambini

Di recente vi ho raccontato della mia ansia pre-partenza e della paura di viaggiare in mete esotiche con bambini, ricordate?
Beh un’ansiosa che fa per partire più serena? Porta con sé un sacco di medicinali, ovvio! E pensare che qualche anno fa nel mio beauty era difficile trovare persino una tachipirina, giusto un analgesico e niente più. Ah beata gioventù!

Ora che sono mamma, prima di ogni partenza controllo il beauty dei medicinali che ho nell’armadietto del bagno. Se manca qualcosa corro ai ripari facendo un salto in farmacia.



Vi faccio una lista di quello che non manca mai nel beauty dei medicinali che porto in viaggio per i miei figli (molti vanno bene anche per gli adulti).

Ci tengo a dirvi che è una mia personale lista, non sono un medico, per qualsiasi approfondimento consultate il pediatra dei vostri bambini, cosa che faccio anche io prima di somministrare la maggior parte dei medicinali che trovate di seguito.

Medicinali (e prodotti da banco) per bambini in viaggio

Arnica (pomata o gel): da quando ho scoperto l’arnica qualche anno fa, non ne posso più fare a meno. E’ utilissima per contusioni, lividi e dolori muscolari.

Aloe Gel: bruciature, scottature, dermatiti, punture di insetti, piccoli tagli (non profondi)… l’aloe è una vera panacea per la pelle. La trovo utilissima nella vita di tutti i giorni e ancor più in viaggio.

Soluzione fisiologica + garzette 10×10: le fialette di soluzione fisiologica possono essere utilizzate per lavaggi nasali, oculari o per disinfettare e pulire piccole ferite. Le garzette sono sterili quindi preferibili ad un semplice fazzoletto di carta.

Cortison Chemicetina Oftalmico: utile per congiuntiviti batteriche e infiammazioni oculari, noi lo usiamo quando le zanzare decidono di attaccare le palpebre di nostra figlia. In estate in campagna è capitato più di una volta che si sia svegliata con un occhio molto gonfio e il segno di una piccola punturina.

Salviette Disinfettanti: le trovo davvero comode, le ho sempre in borsa per eventuali sbucciature e graffi. Si trovano in farmacia e nei supermercati più forniti.

Copri Water: molto comodi quando si frequentano bagni pubblici e i bambini decidono di fare una luuuunga seduta.

Reffreddore e mal di gola

Rinorex: spray che utilizzo per raffreddori che non passano e naso molto chiuso.

Bronco Balsamina: sciroppo calmante per la tosse a base di zinco, propoli, echinacea, malva, papavero e altre piante. Ha un sapore gradevole. Lo uso solamente per gli attacchi di tosse notturni molto forti.

Propoli: spray che trovo utilissimo per il mal di gola. Non molto piacevole per i bambini nonostante in farmacia si trovi al gusto ciliegia.

Per le zanzare e punture di altri insetti

Ledum Palustre crema: scoperta solo l’anno scorso, questa crema antizanzare è una delle poche che, se spalmata per tempo, funziona parecchio. Buono anche lo stick lenitivo per il post puntura.

Cerotti antizanzara: sono dei piccoli cerottini che sprigionano essenza di citronella e olio essenziale di eucalyptus citriodora.
Si possono attaccare a magliette e vestitini. Quando i miei figli erano molto piccoli ne attaccavo qualcuno anche alla loro carrozzina.

Reacti Fargan o una pomata al cortisone: se una semplice puntura di zanzara si gonfia oltremodo, come succede spesso a mia figlia, uso una pomata antistaminica o al cortisone.

Vomito e diarrea

Un grande classico in viaggio: stare male di stomaco. Fastidioso e debilitante. Io corro ai ripari con i seguenti farmaci.

Gelenterum: bustine da sciogliere in acqua specifiche per diarrea che il pediatra prescrive sempre ai miei figli in caso di disturbi che non passano in un giorno.

Biochetasi: supposte o bustine. Per nausea, vomito e bruciore di stomaco il biochetasi lo trovo ottimo.

Peridon supposte: in alternativa al Biochetasi, se il vomito non passa (solitamente faccio una telefonata al medico prima di somministrarlo).

Integratori di sali minerali in bustina: ce ne sono di diverse marche specifici per bambini, noi non ne abbiamo ancora fatto mai uso, ma li infilo sempre in valigia prima di partire.

Bentelan: per fortuna mi è capitato solo una volta di doverlo utilizzare. E’ una pasticca effervescente a base di cortisone, utile per reazioni allergiche inaspettate. Mi raccomando consultate il medico prima di somministrarlo ai vostri bambini.

Febbre alta

Nurofen e Tachipirina non mancano mai nella mia valigia. Porto sempre anche un antibiotico ad ampio spettro come l’Augmentin che mi faccio prescrivere dal medico qualche giorno prima di partire (meglio se in bustine così da non avere problemi di conservazione una volta aperto il flacone).
Nè io nè il mio compagno decidiamo mai autonomamente se somministrare o meno l’antibiotico ai nostri figli, chiediamo sempre al pediatra via telefono o consultiamo un medico sul posto.

E non dimenticatevi un termometro, i cerotti (tanti cerotti) e le salviette umidificate!


Ora respirate, lasciate l’ansia a casa e godetevi la vostra vacanza!

Leggi anche I 10 farmaci da portare (sempre) in viaggio scritto da Paola_Scusateiovado

 

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Salva

Salva

Salva

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni

Trending Topics

Cerca nel sito

Social Be Road

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Chi sono

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

ADV

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

  • Non ci sono articoli

@beroad.it su Instagram

I post più recenti

Be Road su Facebook