[Vacanze a Settembre] Il Cous Cous Fest a San Vito Lo Capo

scritto da il 11 agosto 2015


Guest post

A parlare di nuovo di Sicilia questa volta è Enzo Nicastro, guest blogger di oggi che scrive abitualmente su Travel 365, travel blog ricco di informazioni utili e consigli di viaggio.

Vuoi diventare anche te Guest Blogger di Be Road? Scrivimi a mail@beroad.it

———————————————————







C’è una cosa che amo davvero della mia terra e che mi rende assolutamente fiero di essa: le sue preziose radici culturali Arabe.
Vi basta passeggiare per le vie dei mercati rionali di Palermo per assistere ad uno scenario dai tipici tratti medio-orientali: le bancarelle invadono le strade, la gente si ammassa sperando di concludere un buon affare, gli ambulanti urlano la propria mercanzia nella speranza di attirare compratori; sembra proprio di trovarsi in un suk arabo, con la sua atmosfera affascinante e meravigliosamente caotica.

cous cous fest

Cous Cous di pesce – foto di Erik

E’ incredibile come questo grandissimo popolo sia riuscito a lasciare una traccia così forte in poco più di 260 anni di dominazione. Praticamente tutto quello che amo della Sicilia e nello specifico della cultura culinaria siciliana, lo devo a loro. Grazie, grazie, infinitamente grazie!
Arancine, panelle, cassate e cassatelle… se non fosse stato per i popoli d’oriente (greci, bizantini ed arabi) queste specialità invidiate in tutto il mondo non esisterebbero nemmeno.

Da Siciliano sono fiero delle mie origini arabe, in barba ad alcuni politici che basano la propria propaganda elettorale sul populismo, fomentando l’odio razziale. E in questi tempi in cui si parla di ruspe e gommoni da affondare, sono ancor più orgoglioso di poter partecipare ad un grande evento internazionale che da oltre 16 anni promuove l’integrazione, la fusione di culture, sapori e civiltà differenti: il Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo.
Che dire di San Vito… la conosciamo tutti per la sua spiaggia stupenda.
La caratteristica combinazione di colori turchese del mare ed avorio della sabbia, le hanno permesso di emergere tra le migliori spiagge italiane.
Questa porzione di litorale trapanese è stata premiata talmente tante volte che ormai non ci si stupisce più di tanto. Ed io, che nella provincia di Trapani ci sono cresciuto, ho avuto modo di godere di questo fantastico posto centinaia di volte.

Questa zona della Sicilia è storicamente legata alla cultura musulmana: fu proprio nelle coste di Mazara del Vallo che gli Arabi sbarcarono oltre mille anni fa, e per questo motivo il Cous Cous è un piatto tipico della tradizione culinaria trapanese.
La manifestazione richiama a se migliaia di visitatori ogni anno, ed è diventata un evento atteso e prestigioso su scala nazionale ed internazionale. Qui vengono assegnati i premi per il miglior cous cous d’Italia e del mondo, con chef pluristellati provenienti da ogni angolo del globo che si sfidano tra i fornelli. Un tripudio di pesce fresco, carne di prima scelta, verdura ed ortaggi, spezie aromatiche e salse esotiche.
Se siete delle buone forchette dovete assolutamente far parte della giuria popolare, pagando un ticket di 15 euro potrete assaggiare e valutare specialità dal sapore indimenticabile. Purtroppo i ticket sono acquistabili fino ad esaurimento scorte, ma state tranquilli… non bisogna per forza far parte della giuria per gustare i sapori di Sicilia! Lungo le vie del paesino si distribuiscono centinaia di stand culinari, dove potrete prendere parte a deliziose degustazioni enogastronomiche: dai primi e secondi a base di carne o pesce fino alle specialità dolciarie della tradizione siciliana, il tutto accompagnato da pregiati vini di produzione locale. Insomma, una cosa è certa: non rimarrete a stomaco vuoto!
Un’altra peculiare caratteristica dell’evento è la grande mole di spettacoli d’intrattenimento organizzati per l’occasione. Concerti gratuiti, show teatrali e d’approfondimento con prestigiosi ospiti. Grandi rappresentanti della scena musicale italiana negli anni si sono esibiti al Cous Cous Fest: da Pino Daniele, Edoardo Bennato e Francesco De Gregori a Fiorella Mannoia, Max Gazzè ed Alex Britti, passando per band come Subsonica, Negrita e Negramaro.
Ed è proprio nel momento in cui Piazza Santuario prende vita e migliaia di persone si muovono in simbiosi seguendo la musica, che si vivono le emozioni più grandi.

Se volete un consiglio, l’ultima settimana di Settembre smettete di seguire stressanti diete e concedetevi qualche peccato di gole, vi aspetto a San Vito Lo Capo per una vacanza all’insegna del Buon Cibo, dell’integrazione e della multiculturalità.
Il Cous Cous Fest si terrà dal 18 al 27 Settembre 2015.

Per maggiori info sul programma vi consiglio di consultare il sito ufficiale dell’evento: www.couscousfest.it

 

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni

Trending Topics

Cerca nel sito

Social Be Road

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Chi sono

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

ADV

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

  • Non ci sono articoli

@beroad.it su Instagram

I post più recenti

Be Road su Facebook