Gli occhi della Guerra – no profit per un’informazione libera

scritto da il 19 settembre 2014


Il giornalismo italiano è fatto di riviste scandalistiche, giornalisti raccomandati, pezzi illeggibili online e su quella poca carta stampata che resta.

E poi ci sono reporter italiani che lavorano nell’ombra e realizzano servizi straordinari (il vincitore del Getty Grants dello scorso anno è parmigiano) e rischiano la propria vita per portare a casa reportage che documentano un mondo che ai nostri occhi rimane perennemente velato. E spesso lo fanno a proprie spese.

Il reportage "Libia, il nostro petrolio è in pericolo?"

Nasce così “Gli occhi della Guerra”, un’associazione no profit che permette con un semplice click di sostenere una donazione per finanziare i reportage, e a seconda della “corposità” della donazione si riceve in cambio qualcosa dagli autori. Con un finanziamento oltre i mille euro puoi anche chiedere loro di raccontare la loro esperienza nella tua città. Ma si possono donare anche 10 €, tutto fa.

Come funziona? Nella homepage si trovano diversi obiettivi e i costi che verranno sostenuti, si può scegliere chi aiutare pagando con carta di credito, bonifico bancario o bitcoin.

Nella sezione “la casa di vetro” si possono trovare tutte le note spese nel dettaglio dei viaggi già fatti. Un dettaglio spese preciso: se i soldi non vengono spesi tutti o i finanziamenti sono superiori alla quota necessaria vengono usati per il viaggio successivo. Tutto trasparente.

E così , per esempio, abbiamo un agghiacciante e durissimo reportage di Fausto Biloslavo sui disordini in Ucraina.

Si parla molto di battersi per un’informazione libera e non politicizzata, ma purtroppo non bastano dei like su facebook.

Il focus attuale è sulle persecuzioni dei cristiani del mondo: sarà un viaggio attraverso Iraq, Siria, Pakistan e Nigeria, nel tentativo di raccontare un altro punto di vista dell’orrore di chi muore per la propria fede.

Il budget non è ancora stato raggiunto, basta un click.

Sito web: www.gliocchidellaguerra.it

 

Paola_scusateiovado

Dallo scontro di Italia e Spagna è uscita l’anima multiculturale e l’irrefrenabile voglia di viaggiare. Non chiedetele mai “qual è il posto più bello che hai visto?“, potrebbe cominciare a parlare per ore.
Paola_scusateiovado è il nome preso in prestito dal suo blog scusateiovado.com.

Trending Topics

Cerca nel blog

Come risparmiare quando si organizza un viaggio

Ami viaggiare? Seguimi!

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Chi sono

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

ADV

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Seguimi su Facebook!