Viaggio in Palestina, culla delle civiltà

scritto da il 14 aprile 2014


Un viaggio in Palestina è un qualcosa da compiere almeno una volta nella vita perché questa terra custodisce tesori storici ed artistici di straordinaria bellezza ed importanza. È un luogo che sembra distante, ma le sue coste bagnate dal Mar Mediterraneo, la rendono porta perfetta ed ideale tra oriente e occidente.


Certamente meta principale del viaggio sarà Gerusalemme, la città tre volte santa, ma la Palestina non è solo questo. È terra che presenta una geografia fisica diversissima, con paesaggi mutevoli e incantevoli: in parte rocciosi intorno al Lago di Tiberiade nel nord e completamente desertici nel sud e quasi inospitali intorno al Mar Morto (il lago famoso in tutto il mondo per le sue acque salate!), ma in realtà abitato fin dai tempi più antichi.

Gerusalemme – foto di Sergio & Gabriella

E che altro visitare quindi a parte Gerusalemme? Non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Volendo compiere un salto nel passato più glorioso della Palestina, diventano di fondamentale importanza alcuni siti i cui resti raccontano storie e avventure antichissime. Primo fra tutti Gerico, piccola cittadina della Cisgiordania, situata in prossimità del fiume Giordano, in una zona abbastanza fertile sebbene circondata dal deserto e posta nella depressione del Mar Morto. È il più basso sito permanentemente abitato della Terra e datazioni compiute dagli studiosi sulle rovine trovate fanno ipotizzare che Gerico sia, insieme a Damasco, la città più antica del mondo, anche se non è chiaro quando Gerico sia stata fondata, ma ci sono delle scoperte che farebbero risalire la nascita di questa città ad 8000 anni prima della nascita di Cristo.
Importante centro della regione cananea, fu più volte conquistata e sottomessa: ebrei, assiri, babilonesi, medi, parti, greci, romani ed infine arabi  Sotto il decimo califfo della dinastia Omayyade, fu iniziato il sontuoso Palazzo di Hisham, con due moschee, un sito termale, cortili con fontane. Poco dopo la fine della sua costruzione, nel 747, il palazzo fu parzialmente distrutto da un terremoto ed ora le sue rovine fanno parte del sito archeologico di Gerico.

Altra interessante città è Megiddo che fu una delle città più importanti della Palestina nell’antichità ed oggi è uno splendido Parco Archeologico Nazionale riconosciuto dall’UNESCO dal 2005 come patrimonio dell’umanità, grazie agli impressionanti resti di differenti civiltà che qui convivono regalando un’atmosfera davvero unica!
La città, grazie alla sua posizione strategica e alla fertilità dei suoi territori è sempre stata un crocevia di genti, popoli e tradizioni: dai cananei agli egizi, dagli assiri ai romani. Sentieri millenari conducono alle principali attrazioni del parco tra cui le Porte della Città ed il Palazzo d’Avorio, così chiamato grazie al ritrovamento del più ricco tesoro di epoca cananica composto principalmente da gioielli ed oggetti in avorio.
Sono state inoltre recentemente scoperte alcune strutture datate al III secolo ed appartenenti ad una probabile chiesa cristiana come attesta lo splendido mosaico in stile pre-bizantino.

Quasi nascosta tra le belle montagne di Gerizim ed Ebal si trova invece Nablus, l’antica Sichem, una delle città più grandi della Cisgiordania. Arrivati nella città si respira subito la tipica aria “arabeggiante”, con quella frenesia orientale fatta di rumori odori e sapori. Molti sono i monumenti presenti a Nablus, tra cui i molti minareti che caratterizzano lo skyline del paesaggio: uno dei più suggestivi appartiene alla splendida Moschea An-Nasir.
La maggior parte degli edifici presenti nell’incantevole Città Vecchia sono stati costruiti nel periodo dell’Impero Ottomano, tra cui emerge su tutti la vecchia residenza del Castello Touqan, ma anche la Torre dell’Orologio Manara. Ci sono inoltre molti bagni turchi tra cui il più antico del paese costruito intorno al 1480 e ancora perfettamente funzionante! La “Chiave della Palestina”, è invece il nome che da sempre ha assunto la città di Acri o Akko, grazie alla sua posizione sul mare, chiave di congiunzione tra il Mediterraneo e l’entroterra palestinese. È una luogo fuori dal tempo, dominato dalla fortezza in pietra di epoca ottomana, punto nevralgico di tutta la città. Il massimo splendore lo raggiunse ai tempi dei Crociati quado veniva chiamata San Giovanni d’Acri e ancora oggi nel sottosuolo si trova la città sotterranea dell’epoca con una serie di sale con soffitti a volta che un tempo erano gli alloggi dei cavalieri ospitalieri.
Ma non solo ad Acri è possibile ammirare anche la splendida Moschea di Al-Jazzar, con la cupola verde e il minareto a forma di matita tipicamente turchi. Da non perdere assolutamente è una visita al suq, il mercato cittadino che vi farà vivere per alcuni istanti il sapore d’Oriente.

Autore: L’Asino d’Oro Associazione Culturale (www.lasinodoro.it)

Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Salva

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni

Trending Topics

Cerca nel blog

Socializziamo?

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta.

Unisciti a 2.379 altri iscritti!

ADV

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Seguimi su Facebook!