Visitare la costiera Amalfitana, un’esperienza unica!

scritto da il 7 aprile 2014


Meravigliosa. Non esiste parola più adatta per definire la Costiera Amalfitana. Visitata da milioni di turisti provenienti da tutto il mondo, può vantare una storia antica e importante, che l’ha fatta entrare di diritto tra i luoghi Patrimonio Mondiale UNESCO.



Tratto di costa situato nella regione Campania, precisamente in provincia di Salerno, la costiera amalfitana si estende fino al golfo di Sorrento. Attraversare questo lembo di penisola è una gioia per gli occhi e per il cuore. Non solo mare, splendido, ma anche cultura, arte, paesaggi naturali, sentieri montuosi, benessere, shopping, gastronomia… insomma, la destinazione perfetta per le vostre vacanze.

positanoPositano – foto di Michael Jones 51

Da Vietri sul Mare a Positano, tutto il tratto di costiera merita una sosta. Dalle chiese di San Salvatore del Birecto e di Santa Maria Maddalena di Atrani a Cetara, famosa nel mondo gastronomico per la colatura di alici, da Conca dei Marini, il paese della sfogliatella e della suggestiva Grotta dello Smeraldo, al piccolo fiordo di Furore, dal “duetto” Maiori – Minori, ricche entrambi di storia – vantano origini etrusche – e monumenti, come il Castello di San Nicola de Thoro Plano, la Basilica di Santa Trofimena e la Villa romana, ma anche (e soprattutto) patria della celeberrima Torta ricotta e pera di Salvatore “Sal” De Riso, da assaggiare assolutamente.

Menzione a parte merita il piccolo comune di Ravello, situato su di una ripida rupe che sovrasta Maiori e Minori e dalla quale è possibile ammirare il Mare Tirreno e il golfo di Salerno. Ricco di monumenti, palazzi storici e architetture religiose, Ravello è famoso per il suo legame indissolubile con la letteratura, la musica e il cinema. Nel capolavoro della letteratura italiana “Decameron”, precisamente nella quarta novella della seconda giornata nella quale il protagonista è il ravellese Landolfo Rufolo, Boccaccio fa una descrizione della costiera, sottolineando la presenza di

“picciole città, di giardini e di fontane, e d’uomini ricchi e procaccianti in atto di mercatantia sì come alcuni altri”

Leggenda vuole che il compositore tedesco Wagner abbia tratto ispirazione per il suo capolavoro “Parsifal” proprio durante il suo soggiorno a Ravello, anche se questa versione è stata smentita nel corso del tempo. Infatti, l’opera era già stata composta al tempo della visita di Wagner. Ciò nonostante, ogni anno qui viene realizzato il famoso Ravello Festival, dedicato proprio all’artista teutonico.

La popolarità della zona e l’ampissima offerta turistico-alberghiera spingono i visitatori a dover effettuare prenotazioni con ampi margini di anticipo, altrimenti si rischia di non trovare disponibilità di camere nei pur numerosi hotel presenti lungo la costiera. In questo senso può essere sicuramente utile sfruttare le potenzialità di servizi di prenotazione online come Expedia, che con pochi click ti consente di scegliere l’hotel più adatto alle tue esigenze e approfittare di offerte speciali o last minute.
Essendo una zona costiera, le spiagge sono molto piccole e spesso per raggiungerle è necessario districarsi tra discese (e successive salite), sentieri e scalinate, ma una volta raggiunta la destinazione si apre davanti agli occhi un piccolo angolo di paradiso, con acqua cristallina, fondali puliti e scorci eccezionali.
Le spiagge più belle e spesso consigliate da chi ha già vissuto l’esperienza amalfitana sono quelle di Vietri sul Mare, le più grandi della zona e molto adatte alle famiglie con bambini al seguito; le spiagge di Nerano, tra le quali spicca la meravigliosa Baia di Ieranto, situata alla fine del lungo sentiero che da Nerano conduce verso la punta estrema della Costiera Amalfitana, là dove si unisce alla Penisola Sorrentina; le spiagge di Positano, luoghi da cartolina tra i più ambiti, come la popolarissima spiaggia di Marina Grande o quella più piccola e tranquilla di Laurito; poi c’è Praiano, con le sue spiagge illuminate dal sole fino al tramonto e dalle quali è possibile raggiungere il suggestivo fiordo di Furore, dove ogni prima domenica di luglio si tiene una spettacolare gara di tuffi.

Il paese più rappresentativo della costiera amalfitana è quello da cui prende il nome, ovvero Amalfi. Storica Repubblica Marinara, nonostante la morfologia che non ne facilita la fruizione, riesce ad attirare un flusso turistico da fare invidia a qualunque località balneare. Natura incontaminata, scorci mozzafiato e monumenti di grande importanza rendono Amalfi un luogo incantato, da visitare assolutamente almeno una volta nella vita.

Prenotate una camera in uno dei tanti alberghi del posto, dimenticate il traffico, il caos, le macchine, e godetevi una passeggiata nel centro storico, pieno di arte, cultura e negozi pieni di prodotti tipici, come il limone d’Amalfi, con i quali si realizza un eccellente Limoncello ma anche dolci buonissimi come le “delizie al limone”, i formaggi, il pesce fresco e la ceramica, vero fiore all’occhiello della produzione artigianale della costiera.

Non c’è un solo turista che non sia partito da Amalfi con almeno un prodotto realizzato in ceramica nella valigia.
Assolutamente da visitare è il Duomo di Amalfi, realizzato con uno stile arabo-siciliano e dedicato a Sant’Andrea, patrono della città. Una vera perla barocca situata al centro del paesino.
Mare, sole, natura, relax, paesaggi, cibo, cultura, storia. La costiera amalfitana è un’esperienza completa, sotto tutti i punti di vista.

post scritto da Ciro Campanile


Ti piace il blog? Mi trovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Valentina Besana

Ciociara non proprio DOC (mamma friulana e papà comasco) e romana d’adozione, ama i viaggi, il cibo e il web in ogni sua forma.
Ha fondato Be Road nel 2009 e da allora se ne prende cura ogni santo giorno.

Trending Topics

Cerca nel sito

Social Be Road

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Chi sono

Valentina Besana

Ho fondato Be Road nel Giugno del 2009 e da allora me ne prendo cura ogni santo giorno. Clicca sulla foto per saperne di più!

ADV

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

@beroad.it su Instagram

I post più recenti

Be Road su Facebook