La Subida, piccolo paradiso intorno al Collio goriziano

scritto da il 10 gennaio 2014


Il mio amore per il Friuli ormai è chiaro e palese. E questo amore nasce dai dettagli, dalla passione dietro ogni piccola caratteristica, tradizione, eccellenza.

Oggi ho ripreso tra le mani un libricino dedicato esclusivamente all’aceto, che mi è stato regalato in un piccolo paradiso nascosto tra i boschi intorno al Collio goriziano, La Subida.

Loro si definiscono un “centro per il turismo verde”, io lo definirei uno sbalorditivo piccolo mondo in cui puoi scegliere tra diverse case dove alloggiare (la casa dell’Acetaia è pazzesca!), dell’ottimo cibo tradizionale, un’accoglienza sincera (il sorriso di Tanja ti scalda l’anima) e poi, l’aceto.

Si, l’aceto. Qui ho capito che gli usi che se ne possono fare sono davvero molteplici, e come dicono loro, “sempre fuori dall’insalatiera!”.

L’aceto di Sirk della Subida è qualcosa di profondamente diverso, si sente la reale differenza qualitativa rispetto a quello che mettiamo ogni giorno in tavola. Aceto di vino che nasce come aceto di vino, punto. E gli usi in cucina sono tra i più disparati.

Alcune delle strane (ai miei occhi) idee proposte: sulle meringhe, sullo zucchero filato, sulle uova in camicia, sull’orzo e fagioli, sul mango e sulla papaya, sui calamari fritti, sul prosciutto scottato, sui pesci crudi in generale.

Oltre alle ricette ho sorriso leggendo il “lo diceva mia nonna” di Joško Sirk, che elenca quanto tramandato dalla tradizione. A quanto pare attenua il mal di mare, per frenare i desideri amorosi (anche se non ho ben capito se te lo devi spruzzare sulle parti intime!), antidoto contro peste e malocchio, da provare per “dissipare i fumi dell’alcol”.

Il cibo e la storia tramandata a voce, si sa, ti fanno sentire in famiglia.

Paola_scusateiovado

Dallo scontro di Italia e Spagna è uscita l’anima multiculturale e l’irrefrenabile voglia di viaggiare. Non chiedetele mai “qual è il posto più bello che hai visto?“, potrebbe cominciare a parlare per ore.
Paola_scusateiovado è il nome preso in prestito dal suo blog scusateiovado.com.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Natale: idee regalo

regali di natale per bambini che viaggiano

Argomenti principali

Disneyland Paris

Disneyland Paris risparmiare

New York City

new york con bambini

Londra

Londra con bambini

Lisbona

lisbona con bambini

Fuerteventura (Canarie)

Fuerteventura con bambini

Cornovaglia

cornovaglia con bambini

Torino

Torino con bambini

Formentera

Formentera con bambini

BeRoad sui Social Network

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Segui il Blog via Email

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

ADV

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?