Mostra di Warhol: Milano o Pisa? Una mini-guida per scegliere

scritto da il 4 novembre 2013


Warhol è sempre stato un tipo eccentrico, uno di quelli che sapeva farsi notare anche quando se ne stava seduto in silenzio in un angolo con i suoi occhialoni scuri e i suoi maglioncini a collo alto. E quando arriva, si sente. Forse per questo motivo in Italia da qualche giorno si contendono l’attenzione due mostre a lui dedicate: una al palazzo Reale di Milano (9 ottobre 2013 – 24 marzo 2014) e una al Palazzo blu di Pisa (12 ottobre 2013 – 2 febbraio 2014) : la prima è un’incredibile esposizione della collezione privata del magnate Peter Brent – collezionista d’arte che raccoglie opere dell’artista sin dagli albori – e l’altra, con un titolo che si racconta da sè – “Una storia Americana”- raccoglie opere dell’Andy Warhol Museum di Pittsburgh e di altre collezioni permanenti sparse per il mondo.

torre di pisa

La Torre di Pisa - foto di Valentina Besana

Il contenuto e il valore delle esposizioni è alto, ma quale scegliere? Quale attirerà la mia attenzione? Punti di forza e di debolezza.
La mostra di Milano è al Palazzo Reale: questa di solito è una certezza per mostre ben organizzate e ricche (non c’è nulla che mi faccia più incavolare di esposizioni con grandi nomi e poveri contenuti… se metti Monet nel nome non puoi presentarmi solo un suo disegno fornito dalla maestra delle elementari), fruibili e gestite alla perfezione anche con la collaborazione di ticketone, che, ovviamente, ti fa saltare la fila. Si trovano promozioni qua e là (atrapalo.it, groupon…) per poter ottenere a prezzo ribassatissimo la visita guidata.
A Pisa propongono sconti in abbinata con il treno (se si è possessori di Cartafreccia si potranno ottenere due biglietti al prezzo di uno), un prezzo speciale se si è possessori dell’app Internet Festival 2013 sul proprio smartphone, e una bella abbinata mostra&tour di un pezzetto di Pisa a scelta (Torre di Pisa, piazza dei Miracoli…). L’opzione migliore è quella delle passeggiate giudate (ogni venerdì) , che tematicamente ti fanno scoprire una Pisa insolita che non sia solo la celebre torre.
Se dovessi scegliere? Milano per la comodità, Pisa perchè cerca di far scoprire il territorio oltre “i grandi classici”. Comunque penso che se riuscirò, le andrò a vedere entrambe.
Un consiglio estemporaneo per una guida di Pisa? La guida d’autore (effequ) di Diego Casali. Il non plus ultra della guida curiosa, con percorsi a tema e piccole rivelazioni da vero local.

Paola_scusateiovado

Dallo scontro di Italia e Spagna è uscita l’anima multiculturale e l’irrefrenabile voglia di viaggiare. Non chiedetele mai “qual è il posto più bello che hai visto?“, potrebbe cominciare a parlare per ore.
Paola_scusateiovado è il nome preso in prestito dal suo blog scusateiovado.com.

Trending Topics

Cerca nel blog

Socializziamo?

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta.

Unisciti a 2.379 altri iscritti!

ADV

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Seguimi su Facebook!