Il Therasia Resort a Vulcano, la mia opinione

scritto da il 15 ottobre 2013


Therasia Resort, 5 stelle
Dove: Loc. Vulcanello – Vulcano Isole Eolie, Lipari (ME), Sicilia
Tel (+39) 090 9852555
mail: info@therasiaresort.it, booking@therasiaresort.it
Sito web: www.therasiaresort.it

therasia resort

La piscina con vista mare del Therasia Resort

Recensire e parlare di un hotel 5 stelle è maledettamente facile: camere ampie, materassi morbidi, servizio principesco, relax ad ogni livello. Parlare del Therasia Resort di Vulcano (sulla piccola Vulcanello, per la precisione) – dopo che ci sei andato – é di una difficoltá estrema. Perchè ti innamori di ogni piccolo dettaglio, di ogni gesto, di ogni sapore che, anche solo col pensiero, ti riporta irrimediabilmente lì.
E mi piace pensare a quel posto con la dolcezza che mi sono portata a casa dentro ad un barattolo di miele alla fragola che volevo comprare dopo averne fatto incetta a colazione e che mi sono portata a casa come regalo della direzione.
Nella prima cucchiaiata c’è il tramonto che ogni sera incanta e lascia sbalorditi. Sembra che la posizione dell’hotel sia stata decisa solo in base a quello. E lo puoi guardare dalla deliziosa piscina che sembra finire a pelo sul mare, o dalla terrazza del ristorante, o da qualsiasi angolo dell’hotel, e sempre uno splendido spettacolo rimane.

therasia resort

La colazione del Therasia Resort

Nella seconda cucchiaiata c’è la miglior colazione che io abbia mai potuto anche solo immaginare. 250 prodotti freschi, torte, crepes insalate, centrifugati, uno chef che ti prepara l’omelette con quello che nemmeno riusciresti a pensare, yogurt naturali a cui aggiungere purea di frutta fresca e chi più ne ha più ne metta. La colazione ideale? Due mini brioches, un cannolo, una fettina di torta al limone (con la consistenza della torta caprese, oltretutto), un pò di yogurt con la purea di melone e un centrifugato all’anguria. Miele alla fragola che ricopre tutto questo. Io l’ho detto e ripetuto più volte… è il non plus ultra della colazione, la migliore. Punto.

Nella terza cucchiaiata – e mi piace pensare che sia una delle più corpose – c’è la pulizia di ogni singolo ambiente. Per i miei standard nella valutazione di un albergo uno dei parametri fondamentali che mi fanno spostare il termometro di gradimento la pulizia è forse al primo posto. E qui, tutti i miei test paranoici d’igiene… beh, sono stati ampiamente superati.

Nella quarta cucchiaiata il morbido sapore di una mattinata nella splendida Spa… E anche qui mi ricollego alla “cucchiaiata” precedente: oltre ad esser splendida é pulitissima. Ho lavorato per anni nei centri benessere e detesto andarci, perchè la mia deformazione professionale mi impone di guardare tutto con occhio clinico e di conseguenza… non sapermi rilassare. Quindi di regola evito. Qui ho mangiato anche una mela e mi sono fatta venire le dita rugose tra sauna e piscina idromassaggio come quando da bambina non volevo uscire dalla vasca da bagno. Non ho provato i massaggi e i trattamenti, ma ho controllato i prezzi: onesti e assolutamente nella media.

Nell’ultima cucchiaiata, la migliore, quella che ti fa sporcare anche le mani di piacere metto la cucina. Il cibo al Therasia Resort è divino e mai banale, i sapori ancorati al territorio, mai coperti da salse o maionesi. Pace dei sensi. Parlando col direttore, Pierpaolo Tiretti, ho scoperto che lo chef – Crescenzo Scotti – ha affinato la sua arte in quel di Rubano… Per chi non lo sapesse in quel paesino c’è uno dei pochissimi tristellati Michelin, il ristorante Le Calandre, che a parer mio rasenta il divino. E qui al Therasia l’arte si sente, e credo sia tutto così grandioso anche per una reale libertá di espressione. Ripensare ai dolci, a quella deliziosa copertura di caramello croccante… beh, muove buoni pensieri.

Qui davvero si rigenerano l’anima e il corpo e si può fare pace con la vita.
Mi è piaciuto osservare tutti gli operatori muoversi armonicamente coordinati da un direttore sempre presente, col sorriso anche a fine stagione. Quasi quasi gli mando un curriculum vitae.

Le foto scattate alle Eolie sulla pagina facebook di Be Road

 

Paola_scusateiovado

Dallo scontro di Italia e Spagna è uscita l’anima multiculturale e l’irrefrenabile voglia di viaggiare. Non chiedetele mai “qual è il posto più bello che hai visto?“, potrebbe cominciare a parlare per ore.
Paola_scusateiovado è il nome preso in prestito dal suo blog scusateiovado.com.

Trending Topics

Cerca nel blog

Come risparmiare quando si organizza un viaggio

Ami viaggiare? Seguimi!

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Chi sono

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

ADV

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Seguimi su Facebook!