Un giro tra Civita di Bagnoregio e Orvieto

scritto da il 8 aprile 2013


Guest Post di Jovanka Ignoni

Vuoi diventare anche te Guest Blogger di Be Road? Scrivimi a mail@beroad.it

La nostra Italia è sempre bella e infinta da visitare tutta, ma con questo post vorrei far scoprire a tutti voi l’esistenza di un piccolo mondo surreale.

«La fiaba del paese che muore – del paese che sta attaccato alla vita in mezzo a un coro lunare di calanchi silenziosi e splendenti, e ha dietro le spalle la catena dei monti azzurri dell’Umbria – durerà ancora».

Con queste parole Bonaventura Tecchi nel libro “Antica Terra” parla di Civita di Bagnoregio “la città che muore” .
E’ un piccolissimo borgo medievale di qualche decina di abitanti  in provincia di Viterbo che nasce su un cucuzzolo ed offre un bellissimo panorama, infatti ogni anno è visitato da migliaia di turisti ai quali lascia un’atmosfera surreale e storica e in cui ci si può trovare tranquillità e pace.

civita di bagnoregio

È collegata al resto del mondo tramite un ponticello di circa 300 mt, che purtroppo si sta sgretolando lentamente a causa del franamento delle pareti di tufo.

Civita fu fondata dagli Etruschi più di 2500 anni fa e sorge su una delle più antiche vie d’Italia.
Oggi nel borgo troverete case medievali, la chiesa di San Donato al centro del paesino al cui interno è custodito il S.S. Crocefisso ligneo, il Palazzo Vescovile, un mulino del XVI secolo, la casa natale di San Bonaventura e la porta di Santa Maria, con due leoni che tengono tra le zampe una testa umana..

Una volta visitata Civita di Bagnoregio potete allungare il vostro tour andando ad Orvieto,  circa 20 km di distanza.

Qui potete visitare il famoso Duomo di Orvieto di stile gotico, uno dei capolavori dell’architettura gotica italiana. La facciata è decorata da una grande serie di bassorilievi e sculture realizzate dall’architetto senese Lorenzo Maitani, al suo interno si trova la Cappella di San Brizio, celebre ciclo di affreschi sul Giudizio Universale di Luca Signorelli (1499-1502)

Oltre al Duomo, proseguite nella visita della Chiesa di San Francesco, costruita nel XIII secolo e di Musei, necropoli, templi, grotte e pozzi tra cui il Pozzo di San Patrizio (1528), il Pozzo della cava, le Grotte di Adriano, già note con il nome di Orvieto sotterranea.

Insomma i mille volti della nostra Italia da scoprire piano piano.

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca nel blog

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 5 e 8 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Natale: idee regalo

regali di natale per bambini che viaggiano

Argomenti principali

Disneyland Paris

Disneyland Paris risparmiare

New York City

new york con bambini

Londra

Londra con bambini

Lisbona

lisbona con bambini

Fuerteventura (Canarie)

Fuerteventura con bambini

Cornovaglia

cornovaglia con bambini

Torino

Torino con bambini

Formentera

Formentera con bambini

BeRoad sui Social Network

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Segui il Blog via Email

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

ADV

Seguimi su Instagram!

I post più recenti