Be a real Thai: Bangkok tra centri commerciali e ristoranti tipici

scritto da il 5 febbraio 2013


Se avessi la possibilità di passare un solo giorno in Asia credo che ora come sempre sceglierei lei, la capitale del sud est asiatico: Bangkok.



Ho avuto la fortuna di visitarla nel 2010, nel 2011 (ma un giorno solo non so se è valido) e nel 2012, e ogni volta mi rendo conto della continua stravolgente evoluzione che la caratterizza: ogni anno è sensibilmente più pulita, più moderna e occidentale e cosa c’è di meglio per conoscere il vero stile di vita thai di mettere i piedi nelle loro (piccole) impronte?

Gli abitanti di BKK, anche se vivono quotidianamente nella città più rovente del mondo hanno caldo: questo è uno dei tanti motivi (oltre a un consumismo sempre maggiore) per cui tutto il loro tempo libero lo passano dentro centri commerciali dalle temperature polari, dove poter mangiare a ruota libera e intanto comprare l’ennesima cover pacchiana per l’iphone. Uno dei più grandiosi e di ultima generazione è il Terminal 21 ( Soi Watthana, Khlong Tan Nuea, Vadhana, stazione della metro BTS Station: Asok – Exit 1 MRT Station: Sukhumvit – Exit 3) inaugurato nell’ottobre 2011, un grandioso centro multiuso che ha la caratteristica di avere i piani a tema: in dieci scale mobili si può tranquillamente fare il giro del mondo passando dal Golden Gate a Tokyo a Roma (ovviamente, stereotipata).

terminal 21

Il centro commerciale Terminal 21

Cibo buono, ma in un posto come la Thailandia, io scelgo e continuo a scegliere la tradizione, lo street food e una personalizzazione totale di quello che ho la gioia di mettere in bocca.

Ristorante Suda (Suhkumvit Road)

Proprio davanti a questo shopping mall futuristico (il Terminal 21), in una vietta chiusa e pittosto buia (Suhkumvit Road) resiste il Suda, uno dei migliori ristoranti thailandesi in cui io abbia mai mangiato. Ovviamente sono stata portata lì da una vera thai.

pollo thai

Pollo avvolto nelle foglie di banano

Al Suda si mangia divinamente spendendo pochissimo: è un mix perfetto tra street food di qualità e ristorante tipico.
Ovviamente non è roba per turisti schizzinosi che rabbrividiscono davanti a una tovaglia di plastica piena di macchie. Ho assaggiato quasi tutto l’assaggiabile per uno stomaco medio: il green curry (una zuppa piccante di latte di cocco, pollo e curry verde piccante) è delizioso, la tom Yum (zuppa di gamberi rossa e profumatissima) è perfetta, ma il pezzo forte del ristorante per il mio palato è solo uno: il pollo avvolto nelle foglie di banano e fritto, dolce, morbido e speziato. Magari con della Morning glory di contorno, una specie di spinacio introvabile fuori dall’Asia.
Il cibo è perfetto. Il personale gentilissimo, come sempre. Non lasciatevi intimidire dall’aspetto un po’ fatiscente. E’ proprio in quei posti che si mangia davvero Thailandese.

Ti piace il blog? Lotrovi anche su
Facebook
Instagram
Google+
Twitter

Paola_scusateiovado

Dallo scontro di Italia e Spagna è uscita l’anima multiculturale e l’irrefrenabile voglia di viaggiare. Non chiedetele mai “qual è il posto più bello che hai visto?“, potrebbe cominciare a parlare per ore.
Paola_scusateiovado è il nome preso in prestito dal suo blog scusateiovado.com.

Commenti (2)

 

  1. vin scrive:

    Ci andro’ sicuramente, promesso.

  2. […] perchè ci siamo accorti che il nostro adorato ristorante Suda… Beh, era a due passi dall’hotel! E quindi via di Morning glory, pollo fritto nelle foglie […]

Trending Topics

Cerca nel sito

Social Be Road

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Chi sono

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

ADV

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

@beroad.it su Instagram

I post più recenti

Be Road su Facebook