“Fotografare a New York”: come fare delle belle foto a NY

scritto da il 12 luglio 2012


New York è una di quelle città che raramente non piace, è per questo motivo che chi la visita scatta centinaia di foto a panorami, grattacieli, skyline, parchi, scoiattoli e tutto ciò che gli capita a tiro non ottenendo sempre i risultati sperati.






Peter Zullo, un fotografo di Bologna innamorato di New York, ha realizzato un ebook per iPad dal titolo “Fotografare a New York”. Si tratta di una guida di 70 pagine il cui obiettivo è aiutare i visitatori della Grande Mela a tornare a casa con belle foto, dandogli qualche consiglio su come usare al meglio la propria macchina fotografica e contemporaneamente sui luoghi dove andare a scattare belle fotografie. Il tutto è corredato da più di 150 foto che ha scattato Peter a New York nel corso di diversi viaggi, tutte commentate.

fotografare a new york

Qualche giorno fa Peter mi ha mandato l’ebook per sapere una mia opinione. Io non sono una fotografa, non ho una reflex e le foto dei miei viaggi le scatto con una compatta e, ultimamente, con un iPhone 4. Questo non vuol dire che non sia un’appassionata, anche a me piace portare a casa immagini non banali, con una buona luce e che rispecchino quello che ho visto con i mie occhi.
Mi sono segnata alcuni consigli di Peter che ritengo molto utili (alcuni dei quali validi per qualsiasi destinazione) che terrò sicuramente in considerazione la prossima volta che visiterò New York.

– Attenzione a cancellare le foto appena le avete fatte. A meno che non siano palesemente venute male (mosse o sfuocate) vi conviene aspettare a giudicarle con calma seduti davanti ad un computer.

– non convertite in bianco e nero “a caso” o “a ispirazione”. Il bianco nero è bello particolarmente in quelle situazioni in cui il colore distrae l’occhio del soggetto che guarda. Deve essere utilizzato per raccontare qualcosa (un sentimento, una storia, una situazione, un percorso, un evento particolare).

– Spesso si ritiene che basti comprare una macchina fotografica costosa per fare belle foto. Se noi fotografi spendiamo tanti euro per aggiudicarci i nostri preziosi gioielli un motivo effettivamente ci sarà, però non temo nessuna smentita quando affermo che il merito della foto è del fotografo (e solo sua).

– (In riferimento a luoghi dove scattare foto panoramiche a NY) – La terrazza panoramica Top of the Rock offre un’altra vista mozzafiato. Essendo un edificio molto più recente, risulta essere più “confortevole”. La fila è solitamente più breve, l’ascensore che porta in cima è diretto (e anche particolarmente illuminato), la terrazza di due piani è ampia. La vista è veramente unica.

Ponte di Brooklyn. Il consiglio che vi dò è di prendere la metro e scendere alla stazione Brooklyn Bridge circa 1 ora e mezza prima del tramonto. Avviatevi a piedi sulla passerella pedonale del ponte di Brooklyn agevolmente percorribile anche dai più pigri (è lunga circa 1,5km). Da qui mano a mano che vi allontanate da Manhattan porte godervi lo spettacolo e l’atmosfera del tramonto. Poco prima della fine del ponte c’è una scala che porta nei pressi del molo che da frontalmente a Manhattan. E da qui potrete ammirare il sole che si infila dietro ai grattacieli e che colora il cielo e il fiume di giallo arancione.

– Se capite che una persona non vuole essere fotografata non fate la foto. A volte basta un’occhiata o un cenno di permesso per capire se potete oppure no. In altri casi è il buon senso della singola persona e il proprio personale senso etico.

– Il paradiso di chi cerca e vuole fotografare dei graffiti è sicuramente Five Pointz. E’un complesso industriale molto grande nel Queens, con all’interno attività ancora funzionanti, ma completamente ricoperto da bellissimi murales.

– L’Hell’s Kitchen Flea Market si svolge nei week-end tutto l’anno. Si trova nella 39th st tra la 9th e la 10th avenue. Non è molto grande ma dà la possibilità di godere, mentre si curiosa in mezzo a cianfrusaglie e oggetti vintage di ogni tipo, di scorci di Manhattan inusuali. E’ questo forse l’aspetto anche fotograficamente piùrilevante, perché permette di creare giustapposizioni di effetto.

Questi sono solo alcuni dei tips che Peter offre nel suo libro, disponibile su iTunes per iPad al prezzo di 5,99 euro.

Il ricavato verrà investito da Peter per realizzare un progetto fotografico sugli  italo-americani a New York, per documentare cosa è rimasto della vecchia emigrazione e chi sono invece i nuovi emigrati nella grande mela.

L’ebook su iTunes: itunes.apple.com/it/book/fotografare-a-new-york
Il sito di Peter:www.peterzullo.it

 

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni

Trending Topics

Cerca nel blog

Socializziamo?

Diventa fan di Be Road Segui Beroad su Twitter Iscriviti ai Feed di Be Road g+ beroad su instagram

Ciao! Sono Valentina

Valentina Besana

Travel Blogger dal 2009, nel mondo della scrittura online da molto prima. Adoro viaggiare con il mio compagno e i nostri due figli di 4 e 7 anni. Clicca sulla foto per saperne di più!

Lascia qui il tuo indirizzo e-mail, riceverai i post del blog direttamente sulla tua posta.

Unisciti a 2.379 altri iscritti!

ADV

Nuova Guida

Londra con bambini

Mete ed Eventi per Famiglie

Viaggiare con i bambini

I post più letti

  • Non ci sono articoli

Seguimi su Instagram!

I post più recenti

Seguimi su Facebook!